Meriam di nuovo fermata prima della partenza dal Sudan

Ancora una volta siamo costretti a parlare di Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la ragazza cristiana condannata per apostasia e liberata ieri, nuovamente arrestata in Sudan.

L’avvocato della giovane madre (ha partorito la sua seconda figlia nella clinica del carcere), tramite Antonella Napoli, presidente della ong Italians for Darfur. Meriam, il marito Daniel e lo stesso legale sono stati fermati all’aeroporto di Khartoum dai servizi segreti sudanesi.

La donna è stata portata in un centro di detenzione, insieme ai figli e al marito, che ha insistito per accompagnarla, come riporta Nbc News. Secondo quanto riferisce il legale presente al momento dell’accaduto, 50 membri delle forze speciali l’hanno arrestata durante un confronto acceso.

Meriam sarà rilasciata a breve, stando a quanto riferito su Twitter Antonella Napoli, citando conferme dall’ambasciatrice del Sudan in Italia. "USA confermano: Sudan assicura che "Meriam non è stata nuovamente arrestata. Forse domani potrà partire con la famiglia. Incrociamo le dita!", si legge sul profilo della giornalista e attiista per i diritti umani.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meriam di nuovo fermata prima della partenza dal Sudan