Mascherine per gli esami di medie e maturità: il regolamento

Dopo l'incontro di lunedì 13 giugno, i Ministri Speranza e Bianchi hanno deciso che le mascherine non saranno obbligatorie per gli esami di Stato

Dopo mesi di polemiche, una decisione è stata presa: gli studenti che effettuano gli esami di Stato, sia di terza media che di maturità, non hanno l’obbligo di indossare la mascherina e l’utilizzo del dispositivo è soltanto raccomandato. È quel che emerge dall’ultimo incontro che ha coinvolto il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Segue a breve la proposta ufficiale nel corso del prossimo Consiglio dei Ministri, dal quale dovrebbe uscire un nuovo decreto valido per tutte le scuole.

Raccomandate le mascherine per gli esami di medie e maturità

Se ne è discusso parecchio tra polemiche e botta e risposta ma, alla fine, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, e gli altri presenti all’incontro di lunedì 13 giugno 2022 hanno deciso: per gli studenti (e i docenti) che effettueranno gli esami di Stato, sia delle scuole medie che di maturità, non avranno l’obbligo di indossare la mascherina in aula.

All’incontro hanno partecipato anche il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e il Presidente dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità), Silvio Brusaferro. Quest’ultimo, in particolare, è stato determinante per la decisione finale, illustrando ai Ministri l’attuale quadro epidemiologico e affrontando in prima analisi anche i temi che riguardano il prossimo anno scolastico, in primis le norme per il rientro nelle strutture da parte di studenti e insegnanti.

La mascherina per gli esami di medie e maturità sarà, dunque, soltanto raccomandata ma non sarà obbligatorio indossarla. Le scuole adesso sono in attesa della circolare esplicativa, a partire dalla quale potranno sospendere ufficialmente l’utilizzo dei dispositivi di protezione.

Prima dell’incontro tra i Ministri Speranza e Bianchi si era espresso in merito Walter Ricciardi, proprio tra i principali consulenti del Ministero della Salute: “In questa fase della pandemia le mascherine in luoghi chiusi restano ancora indispensabili a fronte di un virus, tutt’ora circolante, che è probabilmente uno dei patogeni più contagiosi della terra – aveva detto in un commento ad Adnkronos -. Sul fronte della scienza, quindi, c’è la forte raccomandazione di usarla negli spazi chiusi, come chiaramente a scuola e, quindi, all’esame di maturità”.

Scuole, rientro in sicurezza a settembre

L’incontro del 13 giugno 2022 è stato cruciale per giungere a una decisione definitiva in merito all’utilizzo delle mascherine da parte degli studenti. Ma la presenza di Silvio Brusaferro è stata anche l’occasione per visionare nel dettaglio il quadro epidemiologico attuale, in vista del rientro a scuola post vacanze estive, il prossimo settembre.

L’ultimo bollettino in merito alla diffusione del Covid-19 ha evidenziato che in Italia sono 10.371 i casi accertati, con 41 decessi e un tasso di positività del 13,9%. Si continua, dunque, con il percorso condiviso già quest’anno: alla riapertura delle scuole gli studenti e i docenti dovranno continuare a praticare il distanziamento come forma di precauzione. Non è stato ancora stabilito se saranno aboliti oppure mantenuti gli ingressi scaglionati al mattino e la decisione è rimandata ai prossimi incontri.

Il Ministro della Salute Speranza, infatti, ha già in programma un calendario di incontri che coinvolgeranno anche le singole Regioni per preparare nel migliore dei modi il prossimo anno scolastico.