Pelliccia e tacchi: Maria Elena Boschi, la pasionaria di Renzi

Una carriera politica appena cominciata ma già molto intensa per la trentaduenne deputata, toscana di Montevarchi, classe 1981 nata sotto il segno dell’Acquario. A Maria Elena Boschi è bastato soltanto un anno, il 2013, per salire sulla cresta dell’onda: prima deputato e poi membro della segreteria del PD come responsabile per le Riforme istituzionali, una delle sette donne del segretario Matteo Renzi.

Prezzemolina in TV, compare da Porro, da Vespa, dalla Gruber, nei Tg e ovunque la invitino, un po’ troppo auto promozionale. Però è bella, garbata, gentile e colta. Maria Elena è laureata in legge, si è specializzata in Diritto societario e ha una grande intesa con Matteo, che ha alimentato qualche chiacchiera.
Renziana non da sempre – è stata daleminana prima di conoscere Matteo – ha organizzato la Leopolda 2013, quella dove ha esibito scarpe leopardate tacco dodici che le hanno fatto conquistare di diritto il titolo di Giaguara. Un omaggio alla sua grinta e forse alla sua vanità.

Renzi la adora, la considera un fenomeno e vuole tenerla stretta al suo fianco nel suo staff, piace però anche al Cavaliere che sostiene sia "troppo bella per essere comunista", è corteggiata dalla destra di Forza Italia che vorrebbe strapparla al PD.

Innamorata perdutamente di Twitter come il suo capo Matteo, cinguetta spesso frasi dal significarto misterioso: O è Natale tutti i giorni o non è Natale mai!

La Boschi proviene da una famiglia benestante: Papà Pierluigi è dirigente della Coldiretti, direttore di un consorzio vinicolo e siede nel cda di Banca Etruria, la mamma Stefania Agresti è preside e vicesindaco di Laterina, il borgo aretino in cui vive la famiglia.

Bella, sexy e sempre sulla scena, amata da tutti, con cariche importanti ma pochi programmi, cosa c’è di nuovo nelle tue donne Renzi?

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pelliccia e tacchi: Maria Elena Boschi, la pasionaria di Renzi