L’iniziativa “M’illumino di meno” per il risparmio energetico

Il 19 febbraio si è svolta "M'illumino di meno", un'iniziativa per promuovere il risparmio energetico sotto vari punti di vista: scopriamo come è stata sviluppata nelle città italiane

Il risparmio energetico è una tematica che dovrebbe starci a cuore sempre di più. Per questo motivo, ultimamente hanno preso piede varie iniziative come, in particolare, M’illumino di meno. Ideata da Rai Radio2 e dalla sua trasmissione Caterpillar, si è svolta il 19 febbraio: si tratta di una grande festa del risparmio energetico, ricca di iniziative territoriali con lo scopo di sensibilizzare le persone alla riduzione dei consumi energetici e dell’inquinamento ambientale.
Enti locali, associazioni ed istituzioni varie hanno aderito a tale campagna tramite i principali social network, utilizzando l’hashtag #milluminodimeno e invitando i cittadini a spegnere le luci inutili e a promuovere la mobilità alternativa invece dei mezzi di trasporto, sicuramente più inquinanti.

In molti comuni del nord Italia, come Treviso, Vicenza e Verbania, i bus sono stati fatti circolare gratuitamente in alcune fasce orarie nella giornata del 19 febbraio. A Pesaro, invece, i cittadini hanno potuto usufruire di un biglietto distribuito gratuitamente per effettuare una corsa in autobus in un giorno ed un orario a propria scelta. A Catania, la metropolitana è stata resa gratuita e sono state organizzate visite guidate nella città e pedalate collettive.
A Milano e a Parma il risparmio energetico è stato garantito da un efficace bikesharing gratuito, mentre a Torino si è svolta una suggestiva pedalata illuminata solamente dalle luci previste dal Codice della Strada. A Bologna una splendida iniziativa partita il 18 febbraio ha previsto un laboratorio di bici gratuito ed accessibile a tutti gli interessati, ed è culminata il giorno seguente con una biciclettata pubblica.

Insomma, un insieme di eventi che hanno interessato tutto il territorio italiano coinvolgendo cittadini di ogni età con lo scopo di sensibilizzare sul tema del risparmio energetico, che al giorno d’oggi rappresenta una vera e propria emergenza sociale, in quanto le emissioni degli scarichi sono tra le principali cause di patologie cardiovascolari e respiratorie e, soprattutto, tumori.
Basterebbe che tutti provassimo pian piano a cambiare la nostra mentalità, realizzando che una luce lasciata accesa ed un edificio a forte dispersione termica sono grandi responsabili del degrado urbano ed ambientale nel quale siamo purtroppo immersi, ed abbracciare uno stile di vita più intelligente ed etico, ricordando che l’uomo, sul pianeta Terra, non è altro che un ospite.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’iniziativa “M’illumino di meno” per il rispa...