Lenticchie e Champagne

Notte di San Silvestro e tutti, sono ormai stanchi dopo le estenuanti maratone a tavola.

Ma come si fa a non festeggiare l’addio all’anno appena trascorso con un trionfante e benaugurante cenone o ad accogliere in festa  quello nuovo che arriva?

Magari anche con qualcosa di più leggero: tartine al caviale e crudi di pesce accanto agli immancabili e sostanziosi piatti tradizionali. Senza dimenticare i riti propiziatori.

Largo quindi alle usanze di buon augurio, con qualche suggerimento per accontentare tutti, dalle lenticchie portafortuna e soldi al gustoso cotechino senza dimenticare lo zampone e ovviamente il morbido purè.

Dal brodo di gallinella a quello di cappone per affondarci profumati agnolotti, tortellini e plin.

Magnifici i piatti asciutti come i cappelletti o i ravioli da condire come più vi piace, dal burro fuso al sugo d’arrosto, dalla salsa di gamberi  al più tradizionale e morbido dei ragù. E se gli ospiti sono tanti fateli felici con un succulento piatto al gratin, lo potrete preparare con calma e non c’è il rischio che scuocia!

Per finire poi con qualche acino d’uva (di numero rigorosamente dispari), guai a non mangiarli il primo dell’anno e chicchi di melograno a volontà per assicurarsi un futuro di fortuna e abbondanza.

Ognuno scelga il piatto preferito da gustare in simpatica compagnia, brindando all’ignoto che si sa, ha sempre un fascino irresistibile. Mentre in realtà non si aspetta altro che un magico bacio sotto il vischio.

Per sognare poi che duri in eterno. Buon anno a tutti! E alla dieta ci penseremo l’anno prossimo.

 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lenticchie e Champagne