Paris Jackson sta meglio. Il dottor Murray dal carcere: “Ti amo”

Conrad Murray, il medico che sta scontando una condanna a 4 anni di carcere per l’omicidio involontario di Michael Jackson, ha fatto recapitare un messaggio vocale a Paris Jackson, la figlia di Jacko che la notte tra il 5 e il 6 giugno ha tentato  il suicidio. Stando alle ultime notizie, la 15enne si sarebbe tagliata con un coltello da cucina e avrebbe preso 20 pillole Motrin.

Ed ecco cosa dice Murray nel messaggio lasciato alla segreteria telefonica: "Posso dirti che non hai fatto bene bene. Volevo farti sapere che io sono qui per te. Non me ne sono mai andato. Sarò sempre disponibile ad ascoltarti, rispondere alle tue domande… Paris, quando ti senti sola o quando il tuo cuore si sente pesante … basta sapere che non sei sola. E il tuo papà ti ha amato al di là di ogni spiegazione."

E prosegue: "Paris, anch’io ti amo come un padre ama la propria figlia e sempre lo farà. Ti amo Paris. Tu sei la mia cara figlia nel Signore. Pregherò per te, spero che presto starai bene che non ti dimenticherai che sei amata."

Paris Jackson è stata ricoverata in un ospedale di Los Angeles. Una fonte vicina alla famiglia ha dichiarato: "Paris non ha preso nessuna pillola, si è tagliata i polsi. Non ha avuto nessun attacco di collera per non avere avuto il permesso di andare a un concerto di Marilyn Manson, come qualcuno ha riportato. E non ha mai tentato il suicidio in passato".

Paris è stata ricoverata con il codice 5150, ovvero quello che si riserva a una persona che ha messo in pericolo la sua vita o quella degli altri, lo stesso a cui era stata sottoposta Britney Spears qualche anno fa. Paris, nome completo Paris-Michael Katherine Jackson, è figlia di Jacko, scomparso il 25 giugno del 2009, e dell’infermiera Debbie Rowe, con cui Jackson è stato sposato dal 1996 al ’99.

La chiamata al 911 è stata fatta attorno alle ore 1:30. Alle 2 di notte Paris è stata portata in ospedale a bordo di un’ambulanza. Proprio ieri sera la ragazza ha postato una serie di messaggi criptici sulla sua pagina Twitter. L’ultimo citava Yesterday dei Beatles: "Ieri, tutti i miei problemi sembravano così lontani ora sembra che siano qui per restare". Una fonte ha confermato a Us Weekly che Paris avrebbe lasciato anche un biglietto d’addio.

Sia Paris che il fratello Prince hanno duvuto testimoniare nel corso del processo sulla morte del padre. Questo ha turbato molto entrambi. Senza contare il caso di Wade Robson, il ballerino-coreografo che idi recente accusa il defunto Jacko di averlo molestato quando era un bambino.

La ragazza non avrebbe mai superato la morte di papà Jacko. Secondo quanto riporta People, soffriva d’insonnia e depressione. L’avvocato della madre ha dichiarato: "Essere un’adolescente sensibile non è mai facile, chiunque tu sia, soprattutto se perdi la persona più importante della tua vita. Apprezziamo i pensieri di tutti per Paris in questo momento, e il loro rispetto per la privacy della famiglia".

Paris Jackson sta meglio. Il dottor Murray dal carcere: “Ti ...