Selvaggia contro l’ex della D’Urso: “Guadagna da solo”

L’opinionista difende a spada tratta la regina della tv contro le pretese dell’ex marito sui mille euro al mese per gli alimenti. E intanto su Facebook la polemica s’infiamma

Selvaggia Lucarelli s’inserisce nella diatriba tra la D’Urso e il suo ex Michele Carfora per gli alimenti, esprimendo tutta la sua solidarietà alla regina della tv. Sui social non risparmia invettive contro Carfora:

Bravissima Barbara D’Urso a non pagare ‘sti benedetti 1000 euro al mese all’ex marito. Mi pare che il tizio a 44 anni e una carriera non proprio da buttar via sia abile, arruolato e perfettamente in grado di guadagnarseli da sè, mille euro al mese. Se poi la carriera nel mondo dello spettacolo non va più così bene, è pieno di pizzerie che assumono, una sotto casa mia. Se c’è bisogno, fornisco il numero.

Al post di Selvaggia ha risposto il diretto interessato accusando la Lucarelli di fare solo del “chiacchiericcio sul web”. Lei proprio non ci sta e gli ha replicato per le rime:

Caro Michele, il mio mestiere è scrivere sui giornali, fare radio, scrivere libri, ogni tanto la tv, non il chiacchiericcio sul web (che comunque non è affatto cazzeggio, ma una parte fondamentale del mio lavoro e di quello di molti giornalisti ). E lo faccio, oltre che per passione, per non chiedere niente a nessuno. Nè al mio ex marito, nè al compagno o ai compagni che verranno, se verranno. Avresti potuto usare la D’Urso per fare tv? Intanto, al posto tuo, mi domanderei se ne saresti stato capace.

E la polemica continua… Intanto Barbara D’Urso  non ci sta a fare la parte della “taccagna”, dopo essere stata cornuta e mazziata. Immediata la sua risposta alla denuncia sporta dall’ex marito, il ballerino Michele Carfora, che l’ha citata per violazione degli obblighi famigliari. La conduttrice non gli avrebbe mai pagato gli alimenti stabiliti dopo la sentenza interlocutoria del divorzio (effettivo solo da settembre scorso). Quei mille euro annui che oggi ammonterebbero a 40 mila euro.

“Ma quale assegno famigliare”, tuona la conduttrice. “Il mio ex possiede due beni immobili, un lavoro artistico di rilievo e una nuova famiglia“. Tra l’altro, fa sapere, c’è in ballo un ricorso in Appello presentato proprio quando il giudice stabilì il dovere dell’assegno mensile, che non si è ancora concluso. La causa è ancora aperta, insomma.

Sono la vittima: il mio ex non solo mi ha tradito, tanto da indurmi a chiedere la separazione con addebito, ma si è rifatto una vita con un’altra donna dalla quale ha avuto una figlia che ora ha tre anni”

I due si sposarono nel 2002 e si separarono nel 2006 quando Chi pubblicò le immagini del tradimento di lui, un bacio in spiaggia con una mora. A quel punto i due siglarono una separazione consensuale in cui stabilivano che ciascuna delle parti dovesse provvedere autonomamente al proprio mantenimento. Mentre in sede di divorzio, nel 2011, il giudice sancì la necessità di quei mille euro mensili che Barbara non ha mai versato, perché presentò subito ricorso presso la corte d’Appello di Roma.

Ora spetterà al pm Vincenzo Barba, che ha aperto il fascicolo, valutare se ci siano gli estremi per la violazione del reato previsto dall’articolo 570 del codice penale.

Selvaggia contro l’ex della D’Urso: “Guadagna da solo”