In cucina e con la frusta: la donna secondo la destra tedesca

In Germania la campagna delle donne di destra non smette di stupire, con l'ultimo manifesto: una donna come dovrebbe essere, ovvero in casa a cucinare

In Germania la campagna delle donne di destra sta facendo davvero discutere. Tutto nasce da un manifesto del partito “Alternative Fur Deutschland”. Detto manifesto è molto provocante. Vi si vede un’avvenente donna bionda con un vestito scollato, truccata di tutto punto e nello stile delle tanto amate sorelle Kessler (un vero mito per tutti i tedeschi). Accompagna la già eloquente foto anche una serie testuale in cui si legge (tradotto) “Vedete anche voi una donna in cucina che cucina?”. E poi prosegue “Questo è politicamente scorretto”. Un richiamo forse al ruolo delle donne in politica? Una cosa è certa: un vero disastro si nasconde in quello che la casalinga è intenta a fare.

E’ proprio contro il tanto discusso concetto del politicamente corretto che si scaglia il significato di questa casalinga felice. Concetto appartenente ad un’epoca in cui il ruolo della donna in cucina sembra diventato qualcosa di inammissibile per tutti. La casalinga, però, rischia di non combinare nulla di buono nella sua cucina. Avete, infatti, mai provato a montare le uova utilizzando uno scolapasta? Bene. E’ proprio quello che la bella bionda si appresta a fare: un vero e proprio guaio. Sarebbe, in effetti, proprio così che la destra tedesca vorrebbe le donne in cucina.

Secondo questa politica, è proprio il caso di dirlo, si dovrebbe tornare alla donna nel ruolo della moglie e quasi cameriera. In Germania, quindi, la campagna delle donne di destra non punta ad andare avanti (come magari ci si potrebbe attendere) ma, al contrario, a tornare indietro, ovvero ad un mondo identico al passato. Una realtà dove non esisteva l’euro e non esistevano tutti i problemi legati all’antica situazione degli immigrati, non soltanto in Germania ma in tutta Europa. Ecco così spiegato il sogno dell’estrema destra tedesca.

Il caos insito nella vita quotidiana di tutti noi si nasconde nella figura delle uova che, da ciò che si vede nel manifesto, potrebbero ad un certo punto impazzire e combinare un vero e proprio disastro. E così, la battaglia politica sembra proprio dietro l’angolo, battaglia che si preannuncia a suon di uova e fruste. E chissà se Frauke Petry, leader indiscussa del partito Alternative Fur Deutschland, guiderà la sua nuova crociata proprio con uno scolapasta in testa, magari ancora sporco di uova. Non rimane, a questo punto, che attendere ed osservare l’evolversi della situazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In cucina e con la frusta: la donna secondo la destra tedesca