Il sopravvissuto agli attentati di Boston, Parigi e Bruxelles

Si chiama Mason Wells, ha 19 anni e per tre volte nella sua vita è scampato a degli attacchi terroristici

Si chiama Mason Wells, ha 19 anni, viene dallo Utah ed è scampato a tre attentati: a Boston nel 2013, a Parigi il 13 novembre 2015 e all’aeroporto di Bruxelles il 22 marzo 2016. Si è sempre trovato al posto sbagliato al momento sbagliato. Ma è riuscito a scampare alla morte tutte e tre le volte.

Mason è un giovane missionario mormone. Il 22 marzo si trovava all’aeroporto di Bruxelles per prendere un volo che lo avrebbe riportato a casa negli Stati Uniti. A un certo punto ha sentito un rumore fortissimo ed è stato raggiunto da centinaia di oggetti. In seguito all’esplosione il 19enne ha riportato ustioni, schegge, una ferita alla testa e una al tendine di Achille, ma è vivo.

Il padre intervistato dal magazine People ha dichiarato:

Ho immediatamente chiamato la missione di mio figlio e mi hanno detto che era ferito, ma vivo.

Mason purtroppo ha già vissuto episodi traumatici simili. Nell’aprile 2013 si trovava tra il pubblico alla maratona di Boston. Stava aspettando sua madre che partecipava alla gara, fermo a un isolato dalla linea del traguardo dove esplose l’ordigno. I due ne uscirono illesi. Due anni dopo si trasferisce in Europa. Il 13 novembre 2015 era a Parigi, si è trovato molto vicino a uno dei luoghi dell’esplosione in conseguenza della quale riportato alcune ustioni. Suo padre ha dichiarato:

È un miracolo che sia vivo.

E infine a solo 4 mesi di distanza è stato coinvolto negli attentati di Bruxelles. Un volontario mormone ha raccontato per telefono ai famigliari:

Nonostante fosse per terra, sanguinante, Mason è riuscito a mantenere un certo senso dell’umorismo ed è rimasto calmo.

A questo punto il padre spera che sia finita per lui la scia di sfortuna che lo sta perseguitando:

Speriamo che abbia vissuto la sua parte di sfortune e che sia finita per lui.

Lo speriamo tutti. Intanto, Mason, quando terminerà la sua missione, ha intenzione di iscriversi alla facoltà di ingegneria dell’Università dello Utah.

Stando però a quanto riporta Blogspot, la storia del 19enne sarebbe solo una bufala. Se è vero che il giovane è stato ferito all’aeroporto della capitale belga, pare non si trovasse nei luoghi dei precedenti attentati. Ecco quanto riporta il sito a sua volta rifacendosi alla ABC:

Qual è infatti la straordinaria tecnica usata da Mason Wells per sopravvivere a ben tre attentati? Semplice: basta non esserci. Wells è sì rimasto ferito seriamente nell’attentato di Bruxelles, ma al momento dell’attentato a Boston era a un isolato di distanza e in occasione di quelli di Parigi era a due ore di distanza dalla città. È scritto chiaramente nell’articolo della ABC che è la fonte originale della notizia.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il sopravvissuto agli attentati di Boston, Parigi e Bruxelles