Ikea, la cassettiera Malm resta in vendita in Italia malgrado la tragedia

L'azienda svedese precisa che il modello in questione è sicuro, per questo non sarà ritirato dal mercato italiano ed europeo

Ikea ha deciso di ritirare dal mercato la famosa cassettiera Malm perché considerata pericolosa dopo che tre bambini in due anni sono deceduti negli Stati Uniti, a causa del ribaltamento del mobile. L’azienda svedese però ha voluto precisare in una nota che le cassettiere Ikea soddisfano tutti i requisiti di legge relativi alla stabilità, sia nell’Ue che in altre parti del mondo. Per questo motivo sono ancora in vendita in Italia.

Il recall riguarda solo il Nord America dove sono avvenuti i tragici fatti e dove le organizzazioni locali per la tutela dei consumatori hanno richiesto un richiamo, basato sulla norma locale ASTM applicabile in Nord America.

Ikea ha poi precisato che gli incidenti causati dal ribaltamento dei mobili:

Sono un grave problema di sicurezza in casa per l’intero settore dell’arredamento. Il modo migliore per evitare che i mobili si ribaltino è fissarli alle pareti. Per una maggiore sicurezza in casa forniamo accessori antiribaltamento con tutti i mobili per cui è richiesto il fissaggio alla parete, che è parte integrante delle istruzioni di montaggio.

Perciò, l’azienda, si legge nella nota:

Si impegna attivamente nella gestione di questo problema. La campagna ‘Fissa i mobili alla parete’ è stata sviluppata anche in Italia per creare consapevolezza in merito ai rischi legati al ribaltamento dei mobili, in modo da evitare che si verifichino incidenti. La sicurezza dei prodotti è fondamentale per Ikea e su questo punto non scendiamo mai a compromessi.

In ogni caso, non è la prima volta che Ikea si vede costretta a ritirare alcuni suoi prodotti perché pericolosi. Prima era toccato al cancelletto Patrull e al frigorifero Frostfri.

Ikea, la cassettiera Malm resta in vendita in Italia malgrado la tragedia
Ikea, la cassettiera Malm resta in vendita in Italia malgrado la ...