A Le Iene: centri massaggi erotici, evasione hot

Un’infermiera della santià pubblica si dà malata per fare un secondo lavoro molto particolare. E’ quanto scoperto dalle Iene in uno dei loro servizi-inchiesta. Stando a una segnalazione, pare che un’infermiera dell’ASL si dia malata per poter fare massaggi con finale erotico a casa propria. 

Per l’esattezza, la "signora" in questione effettua, come dice lei stessa, un massaggio californiano rilassante e decontratturante seguito da una parte sensuale come il tantra con un finale erotico. "Con manuale viene 70 (euro) e con l’orale 80 (euro)".

In paratica, l’infermiera mentre è in malattia sta in casa a fare massaggi particolari con gran finale. Grazie a un infiltrato munito di telecamera nascosta, la Iena Luigi Pelazza  ha dimostrato che le ragazze che lavorano nei centri massaggi svolgono, in nero e indisturbate, decine di massaggi al giorno tra i quali è compreso il cosiddetto "massaggio romantico", che consiste in una masturbazione vera e propria.

"Dico sempre che se  il massaggio lo vogliono fare di mattina, me lo devono dire un giorno prima, così io mi organizzo: o esco prima dal lavoro, o non ci vado (dichiarandosi malata, ndr), o faccio mancata timbratura, mi giustifico, dico che mi son scordata" dichiara la ragazza.

I misteriosi centri massaggi in poco tempo sono spuntati come funghi a Milano, da poche decine a più di duecento: emettono una ricevuta fiscale al giorno e dichiarano poche migliaia di euro l’anno, appellandosi alla crisi. Ma a quanto risulta dal servizio delle Iene, i numeri sono ben altri: "Non mi lamento" dichiara l’infermiera in malattia mentre effettua un massaggio "Arrivo fino a otto clienti al giorno". Alla faccia della crisi!

 

A Le Iene: centri massaggi erotici, evasione hot