Giornata internazionale della violenza contro le donne: perché ricorre il 25 novembre

Scopriamo le origini e il significato profondo della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne che si celebra il 25 novembre

Il 25 novembre in tutto il mondo viene celebrata la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Si tratta di una ricorrenza importante che ha alle spalle una storia molto commovente.

Era il 17 dicembre del 1999 quando l’Assemblea generale delle Nazioni Unite istituì tramite la risoluzione numero 54/134 la giornata internazionale dedicata alla violenza di genere. Lo scopo era quello di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo un tema molto delicato e offrire un supporto e un sostegno concreto a tutte le vittime. Da quel momento in tutto il mondo associazioni e governi hanno ricordato questa giornata importante, dando vita a manifestazioni, iniziative e convegni dedicati alle donne che hanno subito o subiscono ancora una violenza fisica o psicologica.

Per quale motivo l’Onu ha scelto proprio il 25 novembre? Si tratta di una data importante, legata ad una tragedia che ha coinvolto tre grandi donne, le sorelle Mirabal, uccise nel 1960 a Santo Domingo dagli uomini del regime di Rafael Leónidas Trujillo. Per ricordare il loro sacrificio nel 1981 migliaia di donne latinoamericane si sollevarono, creando il primo Incontro Internazionale Femminista e dando vita ad un movimento volto a fermare violenze e soprusi contro le donne.

Patria, Minerva e María Teresa Mirabal erano delle attiviste di un gruppo politico clandestino noto con il nome di Movimento 14 giugno che protestava contro la dittatura. Nel 1960, a causa della loro militanza, vennero arrestate e rimasero in carcere per un mese, prima di essere rilasciate. Il 25 novembre dello stesso anno, mentre si recavano nella prigione di Puerta Plata per incontrare i loro mariti, vennero fermate dalla polizia, portate in una piantagione di zucchero e brutalmente uccise a bastonate.

Dopo l’omicidio i poliziotti rimisero i corpi nella macchina, simulando un incidente, ma fu subito chiaro che le sorelle Mirabal erano state trucidate. Da quel momento l’opinione pubblica nei confronti della dittatura cambiò radicalmente e in tanti iniziarono ad opporsi al regime, sino alla sua caduta.

La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne ha anche un colore ufficiale. Si tratta dell’arancione, colore considerato simbolo dell’uguaglianza di genere, proprio come le scarpe rosse, che spesso vengono lasciate sulle piazze, per ricordare i numerosi femminicidi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata internazionale della violenza contro le donne: perché ricorr...