Giornata internazionale della violenza contro le donne: il calcio si mobilita

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, i calciatori scenderanno in campo con un segno rosso sul viso, per dire basta

Il calcio si mobilita in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Il prossimo week end i giocatori e tutti gli arbitri della serie A raggiungeranno il campo mostrando un segno rosso sul viso. Si tratta di un segnale importante per dire basta alla violenza di genere, fisica e psicologica. IL 25 novembre nel mondo associazioni, Governi ed enti no-profit prendono posizione contro quella che è ormai diventata una piaga della società, gettando la luce sul crescente numero di femminicidi e non solo.

Come ogni anno anche i mondo del calcio ha deciso di dare un segnale forte e ben visibile, con un’iniziativa organizzata dalla Lega Serie A in collaborazione con We World Onlus, l’organizzazione che da anni combatte contro i soprusi verso le donne. L’educazione e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica da sempre sono l’arma vincente per fermare le violenze nei confronti dell’universo femminili e il calcio può diventare il veicolo migliore per trasmettere, anche alle nuove generazioni, un messaggio importante.

D’altronde il fenomeno è tutt’altro che in calo e sta diventando sempre più preoccupante. Secondo gli ultimi dati in Italia una donna su tre subisce violenze, per un totale di oltre 6 milioni. Circa l’80% incontra il suo aguzzino fra le mura domestiche, mentre nel 65% dei casi i bambini sono testimoni dell’orrore.

“È la seconda volta che diamo attenzione a questa iniziativa legata alla violenza alle donne – ha svelato Gaetano Miccichè, presidente della Lega Serie A -. Il mondo del calcio deve sensibilizzare contro questi fenomeni perché ha un ruolo molto rilevante nel dare il suo contributo”.

“In Italia più di 30milioni di persone seguono il calcio, 18 milioni vedono le partite, 10 milioni leggono notizie, si giocano 600mila partite l’anno e più della metà degli under 15 giocano a calcio – ha spiegato -. Tutto questo deve essere messo a disposizione di valori importanti come la lotta alla violenza sulle donne. Dobbiamo intervenire ogni volta che qualcosa del genere accade”.

Il prossimo 25 novembre dunque calciatori e arbitri esibiranno un segno rosso sul viso e verranno accompagnati in campo da alcune bambine. Non solo: i capitani di tutte le squadre di serie A esibiranno al braccio una fascia per ricordare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata internazionale della violenza contro le donne: il calcio si&n...