Gassmann su Emanuele Filiberto: “Vigliacco come il nonno”

L’attore commenta il tweet (poi cancellato) del principe contro i partigiani: "Scrive 'partigiani parassiti' poi lo cancella. Vigliacci per tradizione di famiglia"

Emanuele Filiberto scrive “partigiani parassiti” poi cancella il tweet… Lancia il sasso e nasconde la mano, come il nonno x leggi razziali

Con questo post Alessandro Gassmann commenta la vicenda che ha coinvolto Emanuele Filiberto. Il principe avrebbe postato un tweet d’accusa contro i partigiani, salvo poi cancellarlo e scusarsi, dicendo di essere stato vittima di un hacker.
Ma a chi gli fa notare che il Principe ha smentito, Gassmann replica

Vigliacchi per tradizione di famiglia

Il tweet incriminato diceva:

I parassiti partigiani, con le loro 179 associazioni, costano al contribuente 3 milioni di euro

Immediate le proteste e gli insulti via social a Filiberto, che dopo essersi scusato e aver dato la sua versione (“Qualcuno è entrato nel mio account e ha mandato articolo su partigiani volendo cavalcare la diatriba sulla mia visita a Noto! Mi dispiace!”) ha però puntualizzato verso chi insultava i suoi nonni:

Leggo i vostri tweet… vorrei ricordarvi il ruolo di mia nonna durante la guerra accanto ai partigiani… Studiare non fa male!

A quel punto Gassmann, dopo aver pubblicato una foto della citata nonna di Filiberto a braccetto con Hitler, posta una frase presa dal “Malevolo”

Nel 2002, dopo 57 anni di esilio, i Savoia potevano finalmente rientrare nella loro tanto amata patria, l’Italia. Tanto amata che dopo 14 anni nessuno di loro ha ancora rinunciato alla cittadinanza svizzera

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gassmann su Emanuele Filiberto: “Vigliacco come il nonno”