Gara di solidarietà per la bimba salvata a Lampedusa

La sua storia ha commosso decine di famiglie italiane che chiamano l'ambulatorio dell'isola per sapere se possono adottarla

Ha solo nove mesi ed è nigeriana Favour, sbarcata da sola – mercoledì 25 maggio – in braccio a una donna nell’isola di Lampedusa, insieme ad altri migranti.

La bimba – a cui è stato dato il nome Nohamed  era con un gruppo di persone che è stato salvato da un gommone nel Canale di Sicilia, affidata dalla mamma – morta durante la traversata dalla Libia – a una compagna di viaggio, con il compito di occuparsi di lei e portarla sana e salva sull’isola.

La foto della piccola, in braccio al medico di Lampedusa, Pietro Bartolo, che le ha prestato le prime cure nell’ambulatorio nell’isola, ha scatenato una vera e propria gara di solidarietà.  “Chiamano da tutta Italia, il telefono del nostro ambulatorio già da ieri squilla in continuazione, sono famiglie che vorrebbero adottarla, che supplicano di potere crescere quella bambina” dice il dott. Bartolo, noto per essere uno dei protagonisti del film di Gianfranco Rosi Fuocammare.

La donna a cui era stata affidata, nonostante le ustioni in tutto il corpo, non l’ha mai lasciata fino a  quando sono arrivati sull’isola e la bimba è stata affidata alle mani del dott. Bartolo che l’ha visitata e – come riporta il Corriere – ha poi riferito: “Sta bene, le abbiamo dato del latte, cambiato i vestiti. Era leggermente disidratata, ma sta bene. È rimasta in ambulatorio per alcune ore, poi l’ho accompagnata io stesso nel centro d’accoglienza, consegnandola alla polizia. È in buone mani”.

La mamma della bimba – incinta di un altro bimbo – è deceduta, in base ai racconti dei compagni di viaggio, in seguito a delle gravi ustioni da benzina riportate durante la traversata, anche altri migranti sono stati ricoverati sull’isola per lo stesso motivo. La sua storia ha commosso decine di famiglie italiane che chiamano l’ambulatorio di Lampedusa per sapere se possono adottarla.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gara di solidarietà per la bimba salvata a Lampedusa