Galateo ai tempi dei social network

Stendere un galateo ai tempi del social network impone un po’ di senso pratico e una valutazione critica del rapporto costi-benefici derivante da quel semplice click ormai metabolizzato dalla ripetitività: che cosa conviene e non conviene pubblicare? Chi vede i contenuti condivisi e, per esempio, quelle foto al mare con tanto di abbracci e scherzi durante l’ultimo falò? Al di là di rischi intrisenchi nella perversione che subdolamente viene stimolata da quel bottone che consente al lato oscuro di ciascun utente di mettere in comune dati con altri ‘amici’, nelle relazioni interpersonali anche quanto scritto sui social, Facebook e Twitter, in particolare diventa di dominio pubblico e può comportare delle conseguenze, anche sul piano professionale come recenti sentenze della Cassazione hanno sancito.

 
Senza abusare della casistica da tribunale, qualche dritta per godersi la fruizione di foto, video e scritti può essere utile per gestire al meglio quel labile confine tra sfera pubblica e sfera pubblica nella declinazione social.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Galateo ai tempi dei social network