Francesco Facchinetti sta vivendo un incubo

Il figlio di Roby dei Pooh vittima di una donna napoletana che lo perseguita dal 2004

Mercoledì 29 aprile il tribunale di Como ha disposto una perizia psichiatrica nei confronti di una napoletana di 44 anni finita a processo per stalking ai danni del conduttore televisivo, dj e cantante Francesco Facchinetti. L’incubo del figlio di Roby dei Pooh è iniziato nel 2004, quando la donna, attualmente in carcere a Palermo per aver tentato di uccidere la sua stessa madre, ha iniziato a perseguitarlo inviandogli lettere, minacce, foto pornografiche o che ritraevano cimiteri. Tanto che il giudice del talent “The Voice” ha sentito il bisogno di richiedere il porto d’armi.

Paura per se stesso ma paura soprattutto per i suoi bambini: Mia, nata dalla relazione con la conduttrice Alessia Marcuzzi, e il piccolo Leone, nato dal matrimonio con la bella Wilma Helena Faissol. In sette anni lettere e messaggi sono stati circa un migliaio. “È stato allucinante”, ha detto Francesco, che tempo fa in radio raccontò il suo incubo: «È una storia che è cominciata nel 2004, all’inizio mi sembrava una fan come tante altre, ma quando la donna ha capito che non ricambiavo le sue telefonate e e-mail è totalmente impazzita. Poi ha tentato di uccidere sua madre, bruciando la casa, e così è finita in galera. […] Mi ha minacciato di morte con lettere allucinanti e contenuti erotici di cui in radio non possiamo parlare. Poi sette mesi fa, dopo 8 anni, ho avuto il coraggio di querelarla. All’inizio non volevo farlo perchè mi sembra una “cosa così”. Poi mi sono preoccupato non tanto per me ma soprattutto per la mia famiglia».

Abbiate il coraggio di denunciare. A me, all’inizio, inviava qualche lettera a settimana, che poi sono diventate 10, e infine 40 a settimana. Ne ho raccolte circa 4 mila in questi anni. È passata dal “ti amo” al “voglio ucciderti”. Mi inviava anche foto di cimiteri. Allucinante.

Ora il giudice monocratico di Como ha disposto una perizia psichiatrica che verifichi quanto la donna sia in grado di intendere e di volere. Il processo per stalking, dunque, è stato rinviato in attesa dei risultati. Speriamo per Francesco che questa brutta parentesi si chiuda il prima possibile.

(DiLei, 30/04/2015)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francesco Facchinetti sta vivendo un incubo