Francesca Barra, errore grammaticale nei manifesti elettorali

Francesca Barra è finita nella bufera a causa di un errore grammaticale presente nei suoi manifesti elettorali

In campagna elettorale – si sa – basta poco per scatenare la polemica, e così Francesca Barra è finita nell’occhio del ciclone a causa di un errore grammaticale nei manifesti elettorali. Tutto a causa di un apostrofo dimenticato, che ha messo nei guai la candidata del Partito Democratico a Matera.

La giornalista e scrittrice, che ha deciso di candidarsi con il Pd nel collegio uninominale Basilicata 2, qualche giorno fa aveva diffuso i primi manifesti elettorali della sua campagna. Si tratta di un’immagine in cui appare Francesca Barra e si parla della scelta di Matera come Capitale della Cultura nel 2019.

“Matera Capitale della Cultura 2019: un’opportunità per tutta la Basilicata” si legge nel cartellone. Peccato che “un’opportunità” fosse senza l’apostrofo dovuto all’elisione. L’errore ovviamente non è passato inosservato e ha scatenato l’ironia sui social e sulle pagine dei giornali, soprattutto in riferimento al fatto che Francesca Barra è una giornalista, per questo un’esperta di grammatica.

Lei si è difesa, affermando che l’assenza dell’apostrofo era dovuta ad una dimenticanza del grafico e che non era colpa sua. “L’errore del grafico è stato corretto dopo pochissimi minuti – ha svelato su Facebook -. Io ero fuori per lavoro – poi ha attaccato chi ha parlato dell’errore grammaticale attribuendole la colpa -. Ma non sapete più cosa scrivere? Poi di cosa volete accusare me? Scrivono che sono incinta, che mi ritirerò dalla candidatura, che l’apostrofo è causa mia, che le scie chimiche le ho causate io. Poi?”.

Gli ultimi mesi sono stati piuttosto intensi per Francesca Barra, che ha deciso di scendere in politica e che, dopo il divorzio, ha sposato negli Stati Uniti l’attore Claudio Santamaria. “Il nostro non è stato un colpo di testa, ma una scelta consapevole – ha svelato al Corriere parlando delle nozze -. Ci insegnano la ricerca della felicità, ma poi se non stai dentro certe caselle dai fastidio, perché certe decisioni, tu, sei riuscita a compierle. Con Claudio non potevamo non sceglierci”.

Mentre per quanto riguarda l’impegno politico ha aggiunto: “Punto sulla mia capacità di ascoltare la gente – ha spiegato -. Non ho interessi personali, anzi, sto rinunciando a quanto avevo per questa missione. Non mi importa essere un politico, ma una persona per bene che lotta per dare voce alle persone”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francesca Barra, errore grammaticale nei manifesti elettorali