Felipe sul trono di Spagna, Letizia è regina. Le foto più belle

La solenne cerimonia di incoronazione ai tempi della crisi è anche questo: una sobrietà divenuta indispensabile e per le le sollevazioni di piazza, seguite alla decisione di Juan Carlos di abdicare a favore del figlio Felipe, e per le inchieste giudiziarie che hanno coinvolto le sorelle del futuro re che dalla mezzanotte è il nuovo re.

Re Felipe IV ha giurato in parlamento come re di Spagna con a fianco la moglie Letizia e le figlie. "Viva il re, viva la Spagna", il grido di alcuni presenti. dalla sua, il nuovo re no si è scomposto e ha baciato la moglie sulla guancia. "Comincio il mio regno con profonda emozione", ha detto il nuovo re di Spagna parlando di fronte al Parlamento. In questo momento "ci vuole una monarchia rinnovata per un tempo nuovo. La corona deve essere vicina ai cittadini e guadagnarsi il loro rispetto".

Nel suo atteso discorso, il sovrano ha spiegato che "la corona è il simbolo dell’unità della Spagna. Vogliamo una Spagna in cui i cittadini e le loro preoccupazioni siano al centro dell’azione politica. Una Spagna in cui tutti i cittadini abbiano fiducia nelle loro istituzioni". Nel suo discorso, Felipe ha tenuto a sottolineare tutte le componenti familiari: il re ha nominato anche le due figlie, Leonor e Sofia, che sono state di nuovo salutate da un applauso del parlamento.

La Spagna si è preparata a un giovedì che, formalmente, sancirà il passaggio storico da padre in figlio, da Juan Carlos, il mediatore investito dal Generale Franco di riportare il Paese a una floridità perduta, a Felipe, un principe che ha scelto di sposare una giornalista, di estrazione borghese, divorziata, attirandosi critiche e polemiche.

Osservazioni che non possono definirsi sostenute quanto quelle che hanno interessato, di recente la sorella Cristina, che non prenderà parte alla cerimonia forse per non provocare ulteriore attenzione dopo il caso Noos, una vicenda di corruzione che ha gravemente minato la popolarità della monarchia spagnola.

Una famiglia reale che gode di relativa giovinezza, per le note vicende storiche. Allo scoccare della mezzanotte sarà infatti entrata in vigore la legge di abdicazione che Juan Carlos firmerà come suo ultimo atto da re.

Il nuovo re giurerà sulla costituzione e pronuncerà il suo primo discorso da monarca nella sede dalla camera bassa del parlamento, davanti ai membri del governo, i deputati e i senatori. Non è previsto nessun ospite straniero: né capi di governo, né rappresentanti di altre famiglie reali.

Come nel 1975, vi sarà un cuscino di velluto rosso con la corona e lo scettro della monarchia spagnola. Mancherà però il crocifisso e Felipe non giurerà davanti a Dio e al Vangelo. La costituzione sarà quella democratica del 1978 e non quella scritta sotto la dittatura di Francisco Franco.

 

Felipe sul trono di Spagna, Letizia è regina. Le foto più belle