Estetica oncologica, ecco la prima spa dedicata alle donne malate

Un modo per migliorare la qualità di vita delle donne malate di cancro durante la terapia

A Brescia la cabina dedicata all’estetica oncologica è diventata una vera e propria realtà.

Inaugurata dalla Lilt (Lega Italiana lotta contro i tumori), l’estetica oncologica nasce per assistere e informare le donne dal punto di vista estetico, con l’obiettivo di migliorare la qualità della loro vita prima, durante e dopo i trattamenti. Rilassando la mente prima della terapia e alleggerendo gli effetti collaterali.

Diversamente da quanto si possa pensare, sono tanti i trattamenti di cui le donne in cura possono beneficiare, e l’ambiente tipico delle spa unito al profumo che si respira nei saloni di bellezza, saranno d’aiuto alle donne malate di cancro, grazie anche ai consigli preziosi e alle mani esperte dell’estetista Cristina Fornari.

I prodotti utilizzati sono creati appositamente dalla Oncos di Patrizio Altieri per curare lesioni dovute ai trattamenti oncologici come la micosi alle unghie, i rossori e i bruciori, la radiodermatite e la secchezza della cute. Una vera e propria cura per la pelle e per l’anima, nata dall’esigenza di offrire trattamenti estetici sicuri a tutte quelle donne che devono o hanno dovuto affrontare una terapia oncologica e, di conseguenza, gli effetti collaterali che colpiscono la femminilità.

Un’équipe di esperti lavorerà per trovare una risposta a qualsiasi tipo di esigenza delle donne che si recheranno presso il centro. Per il momento, sarà possibile accedere alle cure estetiche gratuite di lunedì, prendendo un appuntamento alla Lilt che prevede anche l’iscrizione all’associazione. Ogni seduta durerà un’ora, anche per trattamenti che generalmente hanno una durata inferiore, questo perché tempo, accoglienza e ascolto sono molto importanti in questa iniziativa.

Inoltre, le donne avranno anche la possibilità di parlare con una psicologa (a disposizione il giovedì) con la quale affrontare le paure e i timori di questo percorso di cura. Ricorrere ai trattamenti estetici quando si vivono situazioni simili può produrre un aumento di endorfine, che riducono i livelli di stress e aiutano nella gestione di ansia, nausea, dolore, stanchezza e sonno.

Se fino a qualche anno fa non era pensabile considerare un “sollievo” alle terapie oncologiche un trattamento estetico, oggi, proprio grazie all’estetica oncologica, è possibile donare un sorriso a tutte le pazienti che stanno facendo cicli di chemioterapia aiutandole ad affrontare le implicazioni della malattia.

estetica-oncologica

La prima cabina di estetica oncologica presso la Lilt di Brescia | Fonte: Lilt

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Estetica oncologica, ecco la prima spa dedicata alle donne malate