Esselunga ritira dagli scaffali la salsiccia

Salsiccia punta di coltello Esselunga: possibili frammenti di metallo, ritirata

Esselunga ha ritirato dagli scaffali dai punti vendita di tutta Italia la salsiccia punta di coltello con il proprio marchio. L’avviso riguarda esclusivamente le confezioni di salsiccia fresca di puro suino a macina grossa, imballata in vaschetta con film plastico trasparente, peso netto 300/400 grammi circa che sull’etichetta indica come data di preincarto dal 12/2/16 al 23/2/16.

C’è la possibilità che nella salsiccia, prodotta per la catena di supermercati dall’azienda Agricola Tre Valli Soc. Coop. nello stabilimento IT 207 M CE, successivamente porzionato e preincartato da Esselunga nei punti vendita, siano finiti dei frammenti di metallo. L’annuncio è stato rilanciato anche sul sito internet dell’azienda.

Nel comunicato ufficiale si invitano “i consumatori che avessero acquistato il prodotto a riportarlo in negozio e a non consumarlo“. Per ulteriori chiarimenti o segnalazioni contattare il numero verde messo a disposizione da Aia 045/8794111. Il suo consumo può portare a lesioni.

Pertanto chi ha già acquistato il prodotto o chi ne avesse a casa delle confezioni, spiega Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, può riportarlo in negozio dove il prezzo d’acquisto sarà naturalmente rimborsato anche in assenza dello scontrino di cassa.

Tempo fa Esselunga aveva già ritirato dagli scaffali un suo prodotto: il sugo al basilico.

Esselunga ritira dagli scaffali la salsiccia