Donne brutte in via d’estinzione: la prova scientifica

Una ricerca ha dimostrato che le donne più dotate hanno più figli e sono generalmente più belli: ecco i dati

Nel mondo ci sono sempre più donne belle: sono loro a vincere la gara evolutiva con le brutte, che infatti stanno via via scomparendo diventando una sorta di razza in estinzione. Quella che sembra una buona – o in questo caso meglio sarebbe dire bella – notizia, ha però un retrogusto amaro. Perché se pensate che sia merito della Natura con la enne maiuscola, che non sbaglia mai e che è sempre proiettata verso il meglio come una locomotiva sui binari siete un po’ fuori strada. La Natura c’entra, di sicuro, ma c’è anche lo zampino dei maschi. Il miglioramento evolutivo, infatti, non li tocca: la specie principe e la specie ranocchio hanno le stesse chance di sopravvivere e far sopravvivere il loro dna. Ma evidentemente per riprodursi, l’uomo bello e l’uomo brutto scelgono lo stesso tipo di donna: quella bella . La solita vecchia storia, insomma.

Ed ecco spiegato come e perché l’evoluzione “premi” le femmine più graziose, che infatti sono sempre di più e fanno sempre più figlie (graziose pure loro). Più bella sei e più ti riproduci, dice uno studio della University of Helsinki, riportato dal Daily Mail. Mentre i maschi sono sempre più o meno quelli dai tempi della pietra – e ciò spiegherebbe molte cose, penseranno le maligne -, le femmine continuano a migliorare. Trucchi, stili di vita e creme antirughe non c’entrano nulla, ahinoi, semplicemente le donne più dotate hanno più bambini della altre. Non solo! I ricercatori hanno dimostrato che spesso generano più bambine, di solito a loro volta bellissime. La cosa crea un circolo virtuoso che porta la nonna venere ad avere nipotine venere, e così via. Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno utilizzato i dati raccolti su 1.244 donne e 997 uomini statunitensi monitorati per ben 40 anni e la cui bellezza è stata valutata attraverso foto scattate nei 4 decenni. stando ai risultati ottenuti, le donne belle avrebbero il 16 per cento delle possibilità in più di avere figli rispetto a quelle meno attraenti.

«L’attrattiva fisica – ha spiegato al Daily Mail Satoshi Kanazawa, uno psicologo evoluzionista della London School of Economics – è una caratteristica molto ereditabile, che aumenta sproporzionalmente il successo riproduttivo delle figlie molto più di quello dei figli. Se i genitori più attraenti hanno più figlie e se l’attrattiva fisica è ereditaria ne consegue logicamente che le donne nel corso di molte generazioni sono diventate gradualmente più attraenti fisicamente, in media, rispetto agli uomini». Che comunque non rischiano l’estinzione, visto che dai risultati dello studio è emerso che gli uomini attraenti hanno il 13 per cento di probabilità in meno di avere figli rispetto agli uomini meno belli… E le donne brutte? Sono destinate a estinguersi. Alcune non troveranno un uomo (brutto?) con il quale riprodursi, altre invece genereranno soltanto figli maschi (brutti?), chissà. Di certo questo colpo non ci voleva. Già fanno più fatica a emergere sul lavoro – è dimostrato -, nonché a far passare l’idea che sono single e non zitelle: adesso contro di loro ci si mette persino l’evoluzione. Che dire? Forza racchie!

Donne brutte in via d’estinzione: la prova scientifica