Diventare una principessa: Naomi Watts nel ruolo di Lady D!

Il film DIANA – la storia segreta di Lady D, vuole portare alla luce proprio gli aspetti più intimi e privati della principessa: i suoi amori, gli scandali, i segreti. A rivestire il leggendario ruolo della principessa è l’attrice Naomi Watts, inglese di nascita, elegante, assolutamente perfetta nella sua interpretazione. Al centro del film il suo folle e sincero amore per il chirurgo pakistano Hasnat Khan. Un amore “da favola”, un’affinità spirituale che portano Diana, ragazza sola e insicura, a diventare una donna capace di realizzarsi e di impegnarsi socialmente.

Per la Watts è stato molto impegnativo prepararsi a questo ruolo: era importante assumere la stessa voce di Diana, la sua espressione del viso, lo sguardo e Naomi è riuscita a calarsi nel personaggio con naturalezza e bravura. Di grande aiuto la cura del look e la scelta dei costumi. Era fondamentale creare un look credibile, gli autori non volevano che la Watts diventasse una caricatura. Le acconciature di Diana sono state tra le più fotografate e documentate di tutti i tempi e definiscono le diverse fasi della sua vita. Sul set sono stati usati fino quattro cambi di parrucca al giorno, anche se l’elemento principale erano gli occhi. E’ stato necessario rinforzare il mascara e aggiungere un eyeliner molto carico. “Diana usava un trucco molto semplice, ma c’era sempre qualcosa di speciale nei suoi occhi. Da timido e sfuggente il suo sguardo poteva diventare improvvisamente diretto e quasi aggressivo. Tanto che in certe scene del film, sono gli occhi a parlare” sottolinea la Watts. 

Anche i costumi hanno contribuito a trasformare Naomi in Diana: il guardaroba di Lady D è stato fotografato e immortalato almeno quanto la sua pettinatura, ed è qualcosa che il grande pubblico conosce bene. Il costumista Julian Day  si è concentrato su blocchi di colore, come blu scuro, nero, beige e panna.“Negli ultimi anni della sua vita, Diana ha optato per uno stile molto semplice, classico ed elegante. Portava molti tubini e preferiva le tinte unite”, racconta. “Parlando con Naomi, le ho chiesto quali modelli le stessero meglio, e abbiamo concordato un look. Era importante trovare un punto di incontro tra quello che stava bene a lei, e quello che stava bene a Diana. Ma soprattutto, volevamo rendere il suo stile e la sua eleganza”. Per riprodurre alcuni dei vestiti di Diana, Day ha contattato diversi stilisti. Versace – uno dei preferiti della Principessa – ha riprodotto l’abito blu indossato da Diana al galà di beneficienza dell’Istituto di ricerca cardiaca Victor Chang, a Sydney, in Australia. Jacques Azagury – altro stilista molto amato da Diana – ha messo a disposizione della produzione due abiti effettivamente indossati da Diana. “Abbiamo dovuto fare solo qualche piccola modifica per adattarli a Naomi. Sembravano fatti per lei”, spiega. Non resta quindi che ammirarla al cinema, dal 3 ottobre, in Diana – la storia segreta di Lady D

Diventare una principessa: Naomi Watts nel ruolo di Lady D!