Delitto Mazza, libera l’amante accusata: “Sono innocente”

“Adesso che ho scontato la mia pena  finalmente la verità venga a galla” sostiene Katharina Miroslawa ritenuta la mandante dell’omicidio di Carlo Mazza, il suo amante, ricco imprenditore di Parma assassinato nel 1986. Dopo un lungo e rocambolesco processo, la ballerina polacca fu accusata assieme al fratello e al marito. Tutto per un miliardo di lire, l’assicurazione sulla vita che Mazza le aveva intestato

Anche dopo aver scontato la pena continua a dichiararsi innocente e addirittura sostiene che: "Io amavo Carlo, che mi crediate o no. E sono innocente, che lo vogliate o no. L’ho amato fino a un anno fa, quando sono uscita in semilibertà dopo 12 anni di carcere. Ma in questo anno da quasi libera alla fine ho maturato l’idea che sarebbe stato meglio non averlo mai incontrato. Sono incazzata con lui, a pensarci bene. Poteva non firmare quella stramaledetta assicurazione, anche se l’ha fatto soltanto per amore. E ce l’avrò per sempre con mio marito che l’ha ammazzato per gelosia. Gli uomini della mia vita mi hanno troppo voluta e tu guarda come sono finita. Questa storia va riscritta».

Delitto Mazza, libera l’amante accusata: “Sono innocente&#...