Cos’è Whisper, il social network anonimo per rivelare segreti

Nata da un'idea di Michael Hayward, permette agli utenti di rivelare i propri segreti più intimi senza paura di essere scoperti

Con oltre 1 miliardo di utenti attivi ogni giorno, Facebook è senza ombra di dubbio il social network più utilizzato al mondo. Non tutti, però, apprezzano la visibilità offerta dalla rete sociale di Mark Zuckerberg e preferiscono rivelare i loro segreti su social più discreti. Diverse le opzioni in questo campo, ma sempre più adolescenti si iscrivono a Whisper (sussurro in inglese). Scopriamo insieme cos’è Whisper e come si usa l’app anti-Facebook.

Accessibile da smartphone grazie alle app per Android e iOS, questa rete sociale permette a chiunque di pubblicare i propri pensieri in maniera libera e senza alcun freno inibitore di sorta (o quasi). Cos’è Whisper, infatti? Una bacheca online dove poter interagire con gli altri utenti in maniera libera, senza necessità di registrarsi e, soprattutto, nel più completo anonimato. Qualunque internauta può affidare i propri pensieri e i propri segreti, anche i più nascosti, a Whisper senza avere il timore di essere scoperto.

E se ancora non fosse chiaro cos’è Whisper, analizzarne il suo funzionamento tornerà sicuramente utile per chiarire definitivamente le idee. Non appena si apre l’applicazione sul proprio smartphone si potranno consultare alcuni dei post più popolari in quel momento sulla piattaforma social anonima. L’utente, a questo punto, potrà navigare tra i vari post, scegliendo se visualizzare i più popolari, gli ultimi inseriti o quelli postati da utenti più vicini a lui. I post, come accade ad esempio su Instagram o Twitter, possono essere ricondivisi, messi tra i preferiti e commentati.

Nel caso in cui si voglia essere parte attiva della community di Whisper anziché un semplice spettatore, non è necessaria alcuna specifica conoscenza informatica. Tutto quello che si deve fare, infatti, è premere sul pulsante ‘+’ nella parte inferiore della schermata, digitare il proprio messaggio e scegliere una delle immagini che Whisper mette a disposizione dei suoi utenti. Nel giro di qualche secondo l’immagine, e il messaggio anonimo allegato, potrà essere visualizzata dagli utenti e della piattaforma social e commentata o condivisa.

Bisogna, però, fare molta attenzione: gli utenti non possono pubblicare esattamente tutto ciò che vogliono. Per evitare che l’anonimato fosse utilizzato come uno scudo protettivo e consentisse agli utenti di sentirsi liberi di offendere, Whisper bandisce comportamenti violenti e razzisti e l’apologia di reato e la diffamazione

Immagini: Depositphotos

Cos’è Whisper, il social network anonimo per rivelare segr...