Cosa fare per divorziare? Ecco tutti i passaggi da seguire

Divorziare è una procedura burocratica che richiede tempo e step da seguire, ma che porterà alla "fine legale" del vostro rapporto di matrimonio

Quando vi trovate di fronte alla decisione di divorziare, e vi presentate per la richiesta sarete di fronte ad un bivio: divorzio congiunto o divorzio giudiziale.
E’ ovvio sottolineare quanto sia più facile divorziare se entrambi i coniugi sono in accordo su tutto, rispetto ad un’ostruzione da parte di uno dei due che rende inevitabilmente più farraginosa tutta la procedura.
Fatta questa necessaria premessa, ecco cosa fare per divorziare seguendo l’una o l’altra alternativa, e anche quando siamo nei tempi giusti per poter presentare tale richiesta.

Innanzitutto per poter chiedere il divorzio, fatto salvo il caso in cui siano presenti gravi colpe da parte di uno dei due coniugi (gravissime denunce penali con detenzione carceraria, o comportamenti non conformi ad un matrimonio come ad esempio bigamia, cambio di sesso o per gli stranieri sposarsi anche all’estero), si deve essere legalmente separati da almeno tre anni.

A questo punto una delle strade è il divorzio congiunto, che prevede quanto segue: basterà la presenza di un unico legale (obbligatorio per legge) che si occuperà di redigere la domanda di divorzio congiunto, prendendo in carico le decisioni dei due clienti sulla divisione del loro intero patrimonio. Il tribunale scelto per la sentenza dovrà essere quello dove la coppia risultava residente prima della separazione .

In alternativa, qualora non ci fosse accordo sul da farsi, si segue la via del divorzio giudiziale. Qui è previsto che entrambi i coniugi si rivolgano al proprio legale, il quale si prenderà carico di una serie di informazioni:
– Esposizione di quanto è accaduto.
– Motivazioni sulle quali si fonda la domanda di divorzio.
– Prove che si intendono presentare.
– Devono essere inseriti se presenti all’interno della famiglia, figli legittimati, legittimi o adottivi.

Nel caso del divorzio congiunto, la causa si chiuderà con un unico atto in camera di consiglio. Per quello che riguarda il caso del divorzio giudiziale, saranno tre giudici a rilasciare sentenza, elencando questi punti fondamentali:
– Eventuale assegno divorzile e di mantenimento per moglie o figli (in alcuni casi entrambi).
– Destinazione della casa coniugale.
– Affidamento dei figli.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa fare per divorziare? Ecco tutti i passaggi da seguire