Travolti dalla passione… per un altro

Arriva l’estate, il caldo, le partenze estive e le tempeste ormonali. Ed è sempre la solita solfa, chi resta in città – perlopiù i mariti – non vede l’ora di godersi un po’ di libertà e sogna tasgressioni hard. Mentre le mogliettine al mare adocchiano atletici bagnini o sexy  e nullafacenti dongiovanni, per riempire così la noia delle assolate e interminabili giornate trascorse in spiaggia, con i pargoli urlanti.
Perché nonostante social network e ipod, canali satellitari e video chat, palmari e sexy shop, il tradimento carnale – per fortuna – resta ancora uno dei passatempi preferiti dell’essere umano, maschio o femmina che sia. Il perdono poi – che è il trend degli ultimi anni  – è diventato simbolo di maturità, saggezza ed evoluzione spirituale, e aiuta a non farsi buttar via nel caso si venga scoperti.
Certo non sempre va bene e per un governatore Sanford scusato dalla consorte cornuta e dal popolo sovrano, c’è un Massimo Baltimora che scarica Nina Moric alla prima avvisaglia di calo di interesse. O una recidiva del tira e molla come Sienna Miller che prima sfascia la famiglia Getty, poi si molla con Balthazar che torna all’ovile e infine se lo riprende sotto il sole di Positano.

Ma non sono soltanto i vip e le star a tradire, anche i comuni mortali peccano di leggerezza e in molti si confessano poi nella Posta del cuore: dalla fidanzata infelice che ama perdutamente il migliore amico del suo fidanzato, alla moglie disperata perché divisa a metà tra il marito e l’amante, fino alla mammina tranquilla che vibra come una corda di violino, sotto gli sguardi prima e tra le braccia poi… del nuovo collega-marpione. Accomunate -nonostante i sensi di colpa – da un compiaciuto e realistico slogan comune: Tradire che passione!

E se c’è una moglie fedifraga ce ne è un’altra cornuta e sconsolata, per una sorta di par condicio divina. Fortunatamente in questa ricerca di emozioni, in questo scambio di passioni e amarezze spunta una voce che cerca di trarre giovamento dall’esperienza. E’ Rosita Celentano, la figlia maggiore del molleggiato , che nel suo libro d’esordio: Grazie a Dio ho le corna riesce a estrapolare gli effetti benefici del  tradimento e a farne tesoro.
In fondo un antico proverbio recita: le corna sono la ricchezza della casa. Impariamo dunque a sfoggiarle come un nuovo gioiello! Dì la tua nei commenti

Travolti dalla passione… per un altro