Il coraggio di Gessica Notaro, un anno dopo l’aggressione con l’acido

Un anno dopo la terribile aggressione con l'acido, Gessica Notaro torna a diffondere un messaggio di forza e speranza

Gessica Notaro

La foto pubblicata da Gessica Notaro

Un anno dopo l’aggressione con l’acido Gessica Notaro ricorda i momenti difficili dopo il suo risveglio, lanciando ancora una volta un messaggio di speranza e coraggio. Era il 10 gennaio quando la giovane di Rimini venne aggredita dall’ex fidanzato Edison Tavares, da allora Gessica non ha mai smesso di lottare, come svela anche in un post pubblicato su Instagram. Si tratta della prima immagine della ragazza dopo il ricovero in ospedale. Il volto di Gessica mostra i segni dell’aggressione, ma nonostante ciò lei sorride, pronta ad affrontare quella che sarà una lunga battaglia.

“Esattamente un anno fa. Questo era il mio primo risveglio al Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena – ha spiegato Gessica Notaro commentando lo scatto in cui il suo volto è irriconoscibile -. Ero spaventatissima, ma nonostante ciò sono riusciti a strapparmi un sorriso.. grazie ai familiari e agli amici veri che mi hanno raggiunta immediatamente da ogni parte del mondo, ma soprattutto grazie a quella che in quei 2 mesi è diventata la mia nuova famiglia e che tutt’oggi mi è di grande supporto”. L’addestratrice di delfini è stata sottoposta a diverse operazioni per curare i danni al viso, ma soprattutto agli occhi, causati dall’acido.

“Grazie di cuore a tutti voi per avermi fatto vivere questa dolorosa esperienza in una maniera molto più accettabile – ha concluso Gessica, dopo aver ringraziato i medici che l’hanno guidata nel suo percorso di cura -. Siete tutti quanti delle persone splendide. Avete migliorato la mia vita ed arricchito la mia anima”.

Il suo aggressore, Eddy Tavares, 29enne di Capo Verde, il 20 ottobre è stato condannato a 10 anni di carcere per il reato di lesioni gravi con acido per causare danni permanenti. I giudici non gli hanno riconosciuto le attenuanti generiche, richieste dai suoi avvocati, e hanno aggiunto l’aggravante della premeditazione, della crudeltà e dei futili motivi.

Il coraggio di Gessica Notaro, un anno dopo l’aggressione con l’acido
Il coraggio di Gessica Notaro, un anno dopo l’aggressione con l...