Come trovare lavoro a New York

New York, New York…la meta di vita da sogno, la città in cui tutti desiderano trasferirsi e in cui la maggior parte degli italiani vorrebbe trovare un lavoro.

Trovare lavoro a New York? Impossibile. Rispondono in molti. Io invece dico, cosi per fare eco al famoso slogan sportivo, che “Impossible is nothing” – niente è impossibile. E quindi se mi avete seguito nella puntata precedente di questa rubrica, sapete che il primo passo verso il vostro sogno newyorkese è quello di imparare l’inglese come si deve.

Una volta superato questo step – che potrebbe benissimo avvenire direttamente nella Grande Mela – è il momento di buttarsi a capofitto nella ricerca vera e propria.

Ora, prima di parlare di resume, email di follow up, interviews a consigli concreti, permettetevi di fare una piccola premessa: cercare lavoro è un po’ come esercitare l’arte dell’innamoramento e della seduzione.

Mi spiego meglio.

Potreste approcciarvi all’ambito lavorativo come quando entrate un sabato sera in un bar cercando un partner che “vada bene” e che non vi faccia andare a letto da soli quella sera, oppure potete iniziare la vostra ricerca con lo stesso spirito e determinazione che avreste nel cercare di far innamorare di voi quella che considerate essere la vostra anima gemella.

Il passo quindi non è un buttarsi a occhi chiusi e naso tappato nella massa all’urlo “n’do cojo cojo,” ma al contrario pensare a come rendersi attraenti e appetibili agli occhi di una determinata persona con cui vorreste passare tutta la vita.

Parlando fuori metafora quindi: basta pensare che “voglio vivere a New York” ad ogni costo anche se questo vorrebbe dire fare lo sturacessi da Mc’Donalds.. Iniziate a chiedervi “perché voglio vivere a New York? Che lavoro voglio fare veramente a New York? Perché voglio fare questo lavoro a New York? Cosa mi attrae di questo lavoro a New York?”.

Esattamente come quando perdete la testa per una persona, e iniziate a chiedervi come sia potuto succedere e perché vi sentite cosi strani con la sensazione di farfalle nello stomaco. Immagino non vi imbarchereste a pie pari in una nuova vita con una persona che conoscete appena senza farvi alcune domande, no?

Allo stesso modo, non lascereste la vostra casa, la vostra famiglia, il vostro lavoro, per una vita a New York senza prima averci pensato su, no?

Iniziate a trattare il vostro desiderio di trivare lavoro a New York come fosse l’inizio di una bellissima storia d’amore che vorreste durasse per tutta la vita. Credetemi, la vostra prospettiva cambierà, e di non poco!

villaCHI E’ CRISTINA VILLA
Cristina è una pazza visionaria e idealista che vive e lavora stabilmente a New York dal 2007, dove si occupa di Comunicazione per Eataly USA, scrive e collabora con varie testate italiane e cura il blog http://www.inewyork.it. Ottimista di natura, scrittrice autoproclamata e lettrice avida di blog internazionali, Cristina è sempre alla ricerca dell’esperienza perfetta. Quando non la vedete in giro con una macchina fotografica è di solito in un bar italiano a sbafarsi brioche e cappuccini, o in un giapponese ad affogare i suoi dispiaceri (praticamente inesistenti) in una tazza di Ramen Noodles.
Il sito di Cristina Villa

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come trovare lavoro a New York