Galanti sulla morte della figlia: “Mi sento in colpa, non ero con lei”

Claudia Galanti sta cercando di ricominciare a vivere dopo la tragica scomparsa della figlia Indila, di soli 9 mesi, a causa di un infezione batterica. E’ tornata di recente in pubblico e ha deciso di raccontare in tv i drammatici momenti che ha vissuto lo scorso dicembre.

Voglio ricominciare a vivere dopo il dolore più grande“, ha confessato tra le lacrime. “Non voglio pensare a parole come ‘morta’ o ‘non c’è più’ vicino al nome di Indila”, ha dichiarato la Galanti a Verissimo. Vuole pensare alla sua piccola solo quando era in vita: “La settimana in cui è morta, aveva appena iniziato a gattonare. Questo è il suo ricordo più bello che porterò sempre con me”.

Poi racconta di come abbia pensato di farla finita subito dopo la scomparsa di Indila: “Ho pensato ad un gesto estremo. Credo succeda ad ogni mamma quando perde una figlia, vorrebbe semplicemente raggiungerla. Ora mi sto facendo aiutare, senza l’aiuto dei medici oggi non sarei qua”.

Oltre al dramma della morte, la modella paraguaiana deve affrontare il senso di colpa per non essere stata con Indila nell’ultimo momento della sua breve vita. La Galanti, infatti, si trovava in vacanza con alcuni amici, mentre la piccola era col padre, Arnaud Mimran dal quale Claudia si è separata.  “Mi dispiace non essere stata con lei nell’ultimo momento… Per fortuna, qualche sera fa ho almeno avuto la fortuna di sognarla”.

La tragedia è arrivata in un momento felice per la showgirl che aveva ritrovato l’amore col suo attuale compagno Tommaso Buti: “Quando ho pensato di essere immensamente felice ho dovuto pagare il prezzo più duro“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Galanti sulla morte della figlia: “Mi sento in colpa, non ero co...