Chirurgia estetica per animali in aumento, è allarme

La moda della chirurgia estetica per animali è nata in Brasile, patria degli interventi di bellezza a suon di chirurghi dal bisturi facile. Non basta però ad alcuni aspirare a un viso e a un corpo ideali trasformati in realtà: c’è anche chi proietta le proprie ansie di perfezione sui propri inconsapevoli animali.

Perché a quanto pare, secondo un certo modo di pensare anche i cani e i gatti di casa, eletti a status symbol, devono essere bellissimi e senza imperfezioni, a costo di intervenire chirurgicamente. A volte il pretesto è dato dai concorsi di bellezza, dove code e zampe devono essere perfettamente rispondenti a determinati standard, e dove gli interventi di chirurgia estetica, se scoperti, portano peraltro alla squalifica.

Mai più orecchie cadenti o palpebre sporgenti, inammissibili denti storti o mammelle appesantite dopo l’allattamento dei cuccioli. Per non parlare dell’asportazione delle unghie ai gatti, intervento dolorosissimo nonché dannoso dal punto di vista psicologico per il piccolo animale, che con le unghie mantiene l’equilibrio e manifesta il suo affetto tramite le fusa.

Casi estremi certo, fatto sta che l’anno scorso questo tipo di interventi sugli animali domestici si sono attestati poco sotto il mezzo milione di casi, che vanno ad aggiungersi agli altri, innumerevoli, di maltrattamenti nei confronti degli animali, di cui questo della chirurgia è un caso particolare, vietato dalla legge.

Fortunatamente, oltre a padroni di animali senza scrupoli per cui conta solo portare al guinzaglio un cane da ammirare per la sua bellezza senza difetti, esistono anche quelli che amano veramente gli animali, anche tra le star. Come ad esempio Katherine Heigl, che ha adottato un pitbull strappandolo a un destino di combattimenti illegali tra animali. Lui sì, ha dovuto subire vari interventi di chirurgia, ma solo per essere rimesso in sesto dopo le ferite subite nella sua vita precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chirurgia estetica per animali in aumento, è allarme