Cercasi mangiatori di cioccolata: ecco come candidarsi

L'Università di Pisa cerca volontari per assaggiare cioccolata tra i 35 e i 65 anni che siano portatori di fattori di rischio cardiovascolare

L’Università di Pisa cerca assaggiatori di cioccolata per aiutare la ricerca. Seleziona dei volontari che devono mangiarne 40 grammi al giorno per due mesi, intervallati da 15 giorni di pausa. Il progetto goloso e alquanto anomalo ha lo scopo di analizzare i risultati dell’assunzione quotidiana della Toscolata, una cioccolata realizzata con prodotti toscani che comprendono cioccolato di altissima qualità con l’aggiunta di sostanza antiossidanti.

Per il momento i test clinici hanno dato risultati positivi. Per l’ultima fase del progetto l’Università sta cercando 15 volontari di età compresa tra i 35 e i 65 anni che siano portatori di almeno 3 fattori di rischio cardiovascolare tra i quali fumo, ipertensione, elevati livelli di colesterolo, sovrappeso o familiarità per malattie cardiovascolari. Ci si potrà sottoporre a un check up. La sperimentazione parte ad aprile e prosegue fino a luglio.

Chi volesse candidarsi, può scrivere alla dottoressa Rossella Di Stefano, presso la cardio angiologia dell’Ospedale Cisanello (email: r.distefano@ao-pisa.toscana.it) oppure alla dottoressa Francesca Felice (email: francesca.felice77@hotmail.it) o alla dottoressa Ester Belardinelli (email: ester.belardinelli@gmail.com).

La nuova cioccolata toscana è stata realizzata grazie alla ricerca finanziata dalla Regione Toscana ad opera dell’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree (Ivalsa) del Cnr di Firenze, del dipartimento di Scienze della vita dell’Università di Siena, dell’Istituto scienze della vita della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, del dipartimento di Patologia chirurgica, medica molecolare e dell’area critica dell’Università di Pisa.

 

Cercasi mangiatori di cioccolata: ecco come candidarsi