Caterina Balivo rivela: “Volevo farmi suora. Poi sono passata ai fighetti”

Da piccola volevo diventare suora”. La rivelazione di Caterina Balivo ospite a S’è fatta notte di Maurizio Costanzo. In realtà la vocazione mistica è durata molto poco: "Arrivavo da una famiglia supercattolica, avevo una zia molto simpatica al Convento delle Suore di Santa Chiara a Napoli. E’ durato sei mesi, avevo 8-9 anni, poi ho cambiato idea".

Da quel momento Caterina ha attraversato una fase di scelte sbagliate, in materia maschile: “Sceglievo l’uomo un po’ figlio di papà con la pappa pronta, il signorino un po’ noioso. Però sempre bei ragazzi. Erano ambiti, quindi pensavo di aver scelto bene. Mio marito non sarà mai noioso, ha tanti altri difetti. Prima di incontrarlo, quando ero single, ho provato invidia per chi era felicemente fidanzato. Single vera sono stata due-tre anni, flirt a parte, e lì ero invidiosa per chi era innamorato vero. Ma allora erano semplicemente sbagliati gli uomini che sceglievo”.

Poi è arrivato l’uomo giusto (Guido Alberto Brera, sposato nel 2014, ndr), per il quale prova, ahimé, molta gelosia: “Su questo tema mio marito non ha vita facile. Prendo il suo telefonino e lo scorro. La cosa più carina che posso dirgli è Io t’accito. Lui è romano, ma ha papà napoletano. Lui dice una frase che detesto: ‘Devi essere gelosa di quelle giuste’. Io sono gelosa di tutte, così non sbaglio. E sono la più buona di casa, le mie sorelle sono due cicloni. La gelosia è un fatto di famiglia. Mio padre è ancora geloso di mia mamma”.
 

 

Caterina Balivo rivela: “Volevo farmi suora. Poi sono passata ai...