Camilla, da amante a regina: 10 anni di matrimonio con Carlo

Oggi la duchessa di Cornovaglia non è più considerata la “sfascia-famiglie”. E la metà dei britannici la vorrebbe come regina consorte nel momento in cui Carlo diventerà re

Era l’inizio degli anni ’70 quando Carlo, futuro re d’Inghilterra, s’innamora di Camilla. La storia tra i due non può funzionare a causa del rigido protocollo di corte. Lui sarebbe disposto anche a sposarla, ma lei non ci crede e così convola a nozze con l’ufficiale britannico Andrew Parker Bowles nel 1974. La scelta di Carlo cade su Diana, ma la loro sarà un’unione infelice che culminerà col divorzio (e molti ritengono che Camilla sia stata la causa principale della loro separazione) e la prematura scomparsa di Lady D. nel 1997.

Del resto anche Camilla nel 1995 lascia il marito. Evidentemente al vero amore non si può rinunciare.
Carlo e Camilla si rimettono insieme nel 1999 e l’opinione pubblica considera la Parker Bowels la “sciupa-famiglie“. I due innamorati non si scoraggiano, si fidanzano e il 9 aprile 2005 coronano il loro sogno sposandosi con una cerimonia civile. E quest’anno festeggiano il loro decimo anniversario.

Da allora Camilla ha saputo conquistarsi il suo ruolo nella Famiglia Reale, a parte i bisticci con la nipote Kate Middleton, e il cuore dei sudditi. Tanto che stando a un sondaggio la metà dei britannici la vorrebbe come regina consorte se Carlo diventasse re.

Camilla, da amante a regina: 10 anni di matrimonio con Carlo