La vera brioche siciliana è quella col “tuppo”

La vista del mare a Stromboli è un sogno di per sé. Poi ci sono le granite. Al caffè, ai gelsi, al pistacchio, sempre in compagnia dell’immancabile "brioscia". Qual è la vostra preferita?

La brioche siciliana o “brioche col tuppo” è il tipico dolce da colazione e merenda in Sicilia.
Può anche capitare di sentirla chiamare più volgarmente “broscia”, un termine agricolo che indica lo spazio tra un solco e l’altro quando si semina.
Una variante è la “brioche col tuppo”, per via della sua forma caratterizzata da due sfere di differente misura poste l’una sull’altra; quella superiore, la più piccola, prende il nome di tuppo, dal francede “tupè”, l’acconciatura tipica delle donne siciliane di un tempo.
Non si tratta del classico croissant “da cappuccino” (che al sud chiamano cornetto), ma di un dolcetto soffice e paffuto aromatizzato alla vaniglia o agli agrumi e ricoperto da una pellicina sottile che ne delimita la forma.
Una curiosità: Il colore giallo che la contraddistingue non è dato dalle uova, ma da un pizzico di zafferano.

Per tradizione, la “brioscia” siciliana si mangia farcita con tantissimo gelato o inzuppata in una fresca granita, con la panna montata o senza, comodamente seduti in qualche bar di paese.
Attenzione perchè sarà difficile non sporcarsi o resistere alla tentazione di staccare il tuppo. Nella quasi totalità delle volte non riuscirete affatto a tirarvi indietro ed, in fondo, è anche divertente.
Qualche consiglio dove assaporare una tiepida brioche, magari a due passi dal mare:

  • Bar Tunisi, da oltre quarantacinque anni  un’istituzione per i turisti e gli abitanti di Siracusa dove spiccano i prodotti dell’antica produzione siciliana.
  • Colicchia, nel centro storico di Trapani, un luogo a gestione familiare dove il tempo sembra essersi fermato.
  • Caffè Sicilia, incastonato nel centro storico di Noto, questo locale è portabandiera della pasticceria e gelateria siciliana di qualità.
  • Ritrovo Ingrid, la terrazza a mare a Stromboli del Ritrovo è un sogno di per sé. Poi ci sono le granite. Al caffè, ai gelsi, al pistacchio, sempre in compagnia dell’immancabile brioscia. Qual è la vostra preferita?
La vera brioche siciliana è quella col “tuppo”