Tragedia per la famiglia Houston: la figlia di Whitney è cerebralmente morta

Si spengono le speranze per Bobbi Kristina, la figlia di Whitney e si abbatte l’ennesima tragedia in casa Houston: secondo quanto riportato dal sito Tmz i medici l’hanno dichiarata cerebralmente morta. Ora aspetta al padre Bobbi Brown la decisione di staccare la spina alla ragazza, che non ha ancora compiuto 22 anni. Come la mamma la povera Bobbi Kristina ha avuto problemi legati alla droga, e come lei sembra andare incontro al medesimo tragico destino.

Bobbi Kristina non si riprenderà, ma il papà spera ancora in un miracolo. La ragazza è stata ritrovata sabato 31 gennaio nella vasca da bagno della sua casa priva di sensi. A soccorrerla ci ha pensato un amico (e non il marito Nick Gordon come era stato detto in un primo momento), Maxwell Lomas che ha chiamato il 911. Lo stesso Lomas pochi giorni prima era stato arrestato con l’accusa di minaccia a mano armata e possesso di stupefacenti.

Whitney Houston è morta poco più di tre anni fa, l’11 febbraio 2012. In seguito ai funerali, riportò all’epoca il Daily Beast, la figlia all’epoca 18enne sparì nel nulla per poi essere ristrovata in un albergo sotto l’effetto di stupefacenti. Poco più di un anno fa Bobbi Kristina si era sposata con il fratellastro Nick Gordon, adottato dalla Houston quando aveva 12 anni.

Tragedia per la famiglia Houston: la figlia di Whitney è cerebralment...