Meglio il trash del salotto buono: la D’Urso “schiaccia” le Parodi

Gli italiani preferiscono la Domenica Live della D'Urso. Quella sobria delle Parodi soccombe: i dati sono schiaccianti. Ci lamentiamo del trash e non vogliamo altro

Che Barbara D’Urso fosse ormai una ricetta collaudata si sapeva. La regola del TGR: trash, gossip e risse (verbali), soprattutto la domenica, continua ad essere un cavallo vincente.

Che invece la novità delle sorelle Parodi in tandem incuriosisse ma potesse non fare centro, era una possibilità.

Alla fine i dati hanno parlato chiaro: Domenica In, già soprannominata “Casa Parodi”, ha registrato un tiepido 12,31% di share, tenendo incollato, in media, 1 milione e 706mila telespettatori. Durante la Domenica Live di Barbara D’Urso, la curva degli ascolti volava dal 17,36% al 20% sul finire di puntata.

Con tanto di post esultante della conduttrice il giorno dopo. In cui “gongolva” letteralmente per la vittoria:

Boooooommm!!! Domenica Live spicca il volo e supera ogni tipo di concorrenza!!! Arriviamo al 23% di share con 3 milioni di spettatori!! Siete pazzeschiiiiiiiiii ❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️ #domenicalive #laverità #boom💥 #ladomenicadegliitaliani #loriginale #volare #grazieavoi #colcuore

Nonostante sul web molti si complimentassero in diretta per la sobrietà e l’eleganza (estetica e di conduzione) di Cristina e Benedetta Parodi. Ma la spontaneità, la procacità e le scollature di Barbara hanno avuto la meglio.

“Format confuso e insipido”, è stato definito da alcuni critici. “L’eleganza ha lasciato il posto alla confusione. Il programma aveva l’ambizione di riportare leggerezza e toni eleganti nella domenica pomeriggio degli italiani, ma ne è uscito un mix confusionario e senza un racconto ben preciso”. Così scrive Il Fatto Quotidiano

Come dire: Cristina e Benedetta ci hanno provato, ma due professioniste come sono non possono convincere e fare la differenza cucinando polpette e suonando le maracas. Per quello, invece, Barbara è perfetta.

Cristina Parodi, nella testa di chi guarda, è e sarà sempre la telegiornalista che comunica in diretta l’elezione del Presidente del Consiglio o un fatto di cronaca toccante. Barbara d’Urso, invece, è e sarà l’amica caciarona che ci racconta il pettegolezzo sulla bocca di tutti e “raschia” il fondo del barile sguazzando nei meandri della peggiore tv.

E il pubblico della domenica – evidentemente – vuole quello. Spalmato sul divano, dopo la lasagna, ha bisogno delle risse dei fuoriusciti del  GF Vip, meno delle interviste (a tratti soporifere, c’è da dire) delle Parodi.

Inutile lamentarsi del trash se è poi quello che vogliamo. Basta dirlo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meglio il trash del salotto buono: la D’Urso “schiaccia&#8...