Barbara Berlusconi, dal Milan alla politica: ascesa inarrestabile

Dopo l’interdizione sancita dalla Cassazione, per Silvio Berlusconi si chiude anche il suggestivo capitolo europee, ipotesi ritenuta affascinante per i suoi spin doctors e i fedelissimi alla linea. Che, d’altra parte, non paiono suggestionati all’idea di una candidatura della dii lui figlia, Barbara Berlusconi.

A riferire di una presunta candidatura della figlia primogenita di Silvio e Veronica Lario è il quotidiano La Repubblica che specifica la contrarietà della sorella maggiore, Marina a questa eventualità. Il patriarca avrebbe tenuto a rapporto, in separata sede, i figli di prime e seconde nozze per esporre loro la delicatezza del momento politico del partito e la .

Ai suoi figli, impegnati su vari fronti dell’impero berlusconiano, ha ribadito che Forza Italia non può permettersi di non inserire in lista un Berlusconi per non crollare. Nell’impraticabilità di una candidatura diretta, toccherà a loro esporsi. Mentre Marina pare non abbia intenzione di legarsi a doppio filo al Palazzo, allontanandosi così definitivamente dalla Mondadori, Barbarella non avrebbe disdegnato l’eventualità di lanciarsi anche nell’avventura della politica attiva.

Oltre allo scetticismo, eventuale, a mostrarsi titubante sarebbe stata proprio la primogenita di Berlusconi che nutrirebbe, stando al racconto del quotidiano, perplessità sulla discesa in campo della sorellina che si è aggiudicata il Milan, a discapito di Adriano Galliani, uomo storico del Cavaliere.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Barbara Berlusconi, dal Milan alla politica: ascesa inarrestabile