Ballando con le Stelle, il coraggio di Carolyn Smith contro il tumore

Fra sorrisi, coraggio e tanta speranza, Carolyn Smith sta affrontando la sua battaglia contro il tumore

Il tumore è tornato, ma Carolyn Smith, giudice di Ballando con le Stelle, non ha nessuna intenzione di mollare.

La coreografa sta vivendo un periodo complicato, fra tanti impegni e la chemioterapia. Il suo fisico è provato dalle cure, ma lei non smette di sorridere e di affrontare con grinta ogni giorno. Come ha raccontato anche in un’intervista a La Vita in Diretta, in cui ha parlato della malattia e della sua voglia di vivere.

“Quando durante le terapie chiedevo di mettere un po’ di musica, mi dicevano di no per una questione di rispetto. Rispetto? Bisogna parlare, non avere paura – ha raccontato -. Non è una situazione facile, io metto sempre più positività quando posso. Quando sparisco dai social vuol dire che non sto bene. Voglio far vedere il lato positivo, non quando sto male”.

Qualche giorno fa Carolyn Smith aveva confessato di aver avuto un malore durante la puntata di Ballando con le Stelle e di essersi ripresa grazie all’intervento di Paolo Belli. “Di solito porto sempre con me una busta di cioccolatini da mangiare durante la puntata – ha spiegato -, ma quella sera era finita perché tutti ne avevano preso un po’. Io non avevo mangiato, quindi ho cominciato a non sentirmi bene. Non volevo vomitare davanti alle telecamere. Proprio in quel momento Paolo mi ha visto e ha capito subito che non stavo bene, quindi mi ha portato un po’ di frutta”.

La strada per sconfiggere il tumore è ancora lunga, ma Carolyn Smith non ha paura. Accanto a lei c’è il marito Tino e tanti amici pronti a sostenerla. Nei giorni scorsi, ancora una volta, la coreografa di Ballando con le Stelle aveva lanciato un messaggio importante per tutte le persone malate, pubblicando dei video e delle foto in cui si rasava i capelli, affrontando uno dei momenti più difficili per tutte le donne che si sottopongono alla chemioterapia.

Ballando con le Stelle, il coraggio di Carolyn Smith contro il tu...