Bad Moms 2: le mamme 2.0 tornano al cinema, molto più cattive

Mamme di ieri VS mamme di oggi, così diverse ma così simili

C’erano una volta le mamme casalinghe, punto di riferimento del focolare domestico, impegnate 24 ore su 24 nella cura della casa e della famiglia. Mamme legate alla tradizione, costantemente presenti e fedeli all’idea di madre ideale.

Ma come si è evoluto questo ruolo nell’epoca della tecnologia e dei progressi sociali nell’ambito delle pari opportunità?

Oggi non è raro incontrare donne che alternano la propria professione lavorativa a quella di madre e moglie, correndo costantemente alla ricerca di un equilibrio (familiare e personale) tra vita quotidiana e vita ideale.

Le donne 2.0 gestiscono quotidianamente lavoro, casa e famiglia, senza contare tutte le attività correlate: il comitato genitori, le attività sportive e ricreative dei figli (calcio, judo, ginnastica, l’ora di teatro) e perché no, magari anche la cura di un animale domestico, trovando molto raramente il tempo per una lezione di yoga o un aperitivo con le amiche.

Se essere una madre ideale non era facile per le nostre madri, ora sembra impossibile. Infatti, molte donne hanno la sensazione di non corrispondere al modello di “madre perfetta” tramandato dalla cultura italiana. Ma dagli States arriva un messaggio universale: “Non esistono mamme perfette”, parola di Mila Kunis che, dopo il successo del primo film, torna sul grande schermo con una commedia all’insegna del politicamente scorretto: Bad Moms 2 – Mamme molto più cattive, pensata dagli stessi autori di Una notte da leoni.

Nella pellicola, prodotta da Leone Film Group, ritroveremo il trio di mamme irriverenti composto da Amy (Mila Kunis), Kiki (Kristen Bell) e Carla (Kathryn Hahn) alle prese con la festa dedicata alla famiglia: il Natale.

Il metodo “bad moms”, questa volta, verrà usato con l’obiettivo di liberarsi da ogni convenzione, boicottando gli addobbi e i regali di Natale. Le nostre protagoniste dovranno però fare i conti con un gruppetto di donne affezionate alle tradizioni: le loro mamme ultra-cinquantenni.

Grazie ad un cast solido e ad una perfetta vis comica, popolata di battute pungenti (ma realistiche), il film colpisce e va a segno: intrattiene, fa divertire e induce alla riflessione. Cosa pensano davvero le mamme, cosa provano e cosa desiderano?

Il messaggio che si coglie è che nonostante tutto, le donne di oggi, con i loro mille impegni, con l’agenda piena e la lista della spesa a portata di smartphone, con le loro difficoltà e le loro imperfezioni, sono multitasking e, a modo loro, eccezionali.

La pellicola, che già nel primo capitolo aveva sbancato i botteghini, offre un punto di vista moderno e tutto femminile sulla famiglia, dando a tutte le spettatrici la possibilità di identificarsi in una protagonista emancipata, sfacciata, ma sensibile, che ama profondamente i propri figli, come tutte le mamme… quelle di ieri e quelle di oggi.

Per saperne di più vai su Leone Film Bad Moms 2

Sponsored by Leone Film

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bad Moms 2: le mamme 2.0 tornano al cinema, molto più cattive