Arisa: “Mi sento Cenerentola, ma nella mia vita precedente…”

Abbiamo intervistato per voi Arisa in occasione dell’uscita, il 12 marzo, del film Disney live action Cenerentola, diretto da Kenneth Branagh. Arisa ha interpretato un brano della colonna sonora dal titolo Liberi

Hai interpretato la colonna sonora del film Cenerentola. Visti i tuoi cambiamenti di look di questi anni, ti senti un po’ Cenerentola?
Per sentirmi Cenerentola dovrei essere bionda, alta… (Ride) Secondo me un po’ tutti noi ci sentiamo a volte Cenerentola, come a volte ci sentiamo le matrigne, a volte le sorellastre. Ci sono diversi momenti nella vita e come tutti anch’io in alcuni mi sono sentita un po’ Cenerentola, e sono stati quelli in cui ho ricevuto da me stessa più energie in quanto a coraggio e a lealtà. Quando gli altri si comportano male nei tuoi confronti, tu apprendi un comportamento da non replicare. Quando guardi la pochezza delle persone che si mostrano nei tuoi confronti in maniera cattiva, decidi di non essere così, quindi è un dono anche, a volte.

La canzone che hai interpretato nel film si intitola Liberi: tu ti senti uno spirito libero?
Sì, io sono assolutamente libera e mi sento in gabbia quando mi tolgono questa libertà. La canzone è molto bella perchè dice semplicemente delle cose molto interessanti. Dice: "Abbi fiducia in te stesso e continua a sorprenderti del mondo" che secondo me è l’ingrediente fondamentale per vivere a lungo felici.

Qual è il tuo segreto per la felicità?
Essere a posto con me stessa

A Sanremo hai indossato degli abiti bellissimi: ti sei sentita un po’ una principessa?  
Una principessa sì, ma non di quelle canoniche. Ero un po’ la figlia pazza del re, più che altro. Io comunque cerco sempre di sentirmi una principessa: anche quando scelgo una casa, la scelgo sempre che possa assomigliare a un castello, anche se in piccolo… Anche se è un monolocale, cerco sempre qualcosa del castello, come  una finestra alta. Addirittura una volta sono andata da un signore che dicevano che ti parlasse delle vite precedenti e mi disse che io nella scorsa vita ero una contadina che incontrava un principe. Però il mio grande problema nella mia vita da principessa erano le scarpe con i tacchi e io ero ossessionata dalle scarpe strette con i tacchi.

Arisa: “Mi sento Cenerentola, ma nella mia vita precedente&#8230...