Clerici: “Non è vero che ho perso 15 kg”

Antonellina è una buona forchetta, si sa. Del resto come resistere a tutte le leccornie che le passano davanti a La prova del cuoco? Puntualmente ogni estate, quando il programma chiude, l’amatissima presentatrice dimagrisce un po’. Ma con l’autunno ritorna a recuperare le sue forme. In passato ha provato più volte a tenere a bada la sua golosità, nascondendo gli snack nei piani alti della cucina. Finché un giorno è caduta dallo sgabello per recuperare un pacco di patatine che aveva riposto lontano dalla tentazione. Da lì ha deciso che era meglio concedersi degli sfizi, in barba alla bilancia. Proprio per questo motivo si è arrabbiata quando ha visto campeggiare il suo volto in una pubblicità su Facebook, con la scritta “Ho perso 15 chili”. La reclame è di un prodotto dimagrante che promette miracoli. La Clerici appena se n’è accorta ha twittato: “Non è vero!!!”.

È finita invece a tarallucci e vino la vicenda che ha visto coinvolta la conduttrice de La prova del cuoco e i gestori di un ristorante palermitano, il Charleston. Il tutto nasce da un poco lusinghiero commento di Antonella in una puntata del 2012: “Peccato, un posto così bello, si mangia da schifo”, un concetto ribadito due volte in trasmissione. Una location molto bella (Mondello, località marinara vicino al capoluogo siciliano) insomma, ma il cibo pessimo. Non è tardata ad arrivare la querela dalla rappresentante del locale, Maria Grazia Gollosio.

Quando tutto sembrava essere destinato a finire in tribunale, i legali della parti hanno trovato una soluzione alla controversia. La Clerici ha evitato il rinvio a giudizio per diffamazione grazie a due inviti in trasmissione, con inclusa prova ai fornelli dello chef che lavora al ristorante diffamato. Il pubblico ignaro ha già visto le puntate, ma la vicenda è venuta alla luce ieri.

 

Clerici: “Non è vero che ho perso 15 kg”