5 cose da sapere sul nuovo film sbanca-botteghini di Quentin Tarantino

Il nuovo film di Tarantino Hateful Height conquista anche l'Italia

Come ben sappiamo, Quentin Tarantino è un appassionato del nostro cinema western, e ha utilizzato musiche di Ennio Morricone in quasi tutti i suoi film. Ma per The Hateful Eight è riuscito nel miracolo: convincere il maestro di tante colonne sonore famose a ritornare a comporre nuove musiche per un western, dopo oltre 40 anni. Inutile dire che dopo il Golden Globe già vinto, il maestro Morricone è a un passo da quello che sarebbe un meritato Oscar.

Samuel Jackson è ormai un volto di famiglia nei film di Tarantino, essendo al sesto film per il regista italo-americano. Vent’anni dopo il suo ruolo da killer filosofo in Pulp Fiction e dopo essere passato attraverso parti importanti da Jackie Brown a Kill Bill, eccolo come il maggiore Marquis Warren diventato cacciatore di taglie. Con un monologo già da leggenda.

Quando nel 2014 il progetto iniziale di Hateful Eight fu in parte diffuso su internet, un infuriato Tarantino minacciò di abortire il progetto, o di trasformarlo in uno spettacolo teatrale. Poi ritornò sui suoi passi, cambiando radicalmente la sceneggiatura e facendo una lettura pubblica dello script originale ormai inutilizzabile . Ma il film che è già un successo planetario ha rischiato di non vedere mai il grande schermo.

Il film è stato girato a Telluride in Colorado in pieno inverno, ma ironicamente la neve è stata trasportata da fuori, visto che sul set la natura… non collaborava! Tarantino ha voluto che la temperatura sul set non andasse sopra il -1 gradi centigradi per mantenere l’ambientazione “glaciale”, ma bisogna dire che il budget è stato contenuto rispetto ad altri film tarantiniani recenti: solo 44 milioni di dollari.

Il cast, oltre ai fedelissimi di Tarantino, tra cui anche Michael Madsen, ha vissuto diversi cambiamenti forzati a causa di altri impegni dei candidati iniziali: per il ruolo della prigioniera inizialmente l’attrice doveva essere Jennifer Lawrence, troppo impegnata però sul set di Hunger Games. Anche Christoph Waltz è stata una rinuncia dell’ultimo momento, perché impegnato a girare Spectre.

Immagini: Depositphotos

5 cose da sapere sul nuovo film sbanca-botteghini di Quentin Tara...