#ConCosaLoMetto

Vestire comode e chic a sessant’anni: idee di look

Chi ha detto che dopo una certa età bisogno rinunciare ad essere eleganti? Ecco qualche idea di look comoda e chic!

Angela Inferrera Fashion blogger

Ho 62 anni, indosso la taglia 46. Vorrei essere sobria senza essere "bacchettona", vestire comoda senza essere sciatta. Insomma avere uno stile giovane senza sembrare pateticamente "giovane".

Carmela

L’articolo per la mia rubrica di questa settimana qui su DiLei è dedicato alla richiesta di Carmela, che mi chiede consigli su come fare per vestirsi con stile anche adesso che ha superato la boa dei sessant’anni. Vediamo se riesco a darle qualche consiglio utile!

Vestire comode e chic a sessant’anni: premessa

Adoro le donne sopra gli anta, o “anta girls”, come le ho ribattezzate nel mio blog. Proprio a loro ho dedicato un’intera sezione con consigli a tema. Le anta girls sono spesso nonne, ma non si sentono tali. Sono giovani nel cuore e nella testa, piene di grinta e di energia. E giustamente vogliono che tutta questa loro energia si rifletta anche sul loro abbigliamento. Ecco qui qualche consiglio per voi!

Vestire comode e chic a sessant'anni: idee di look

Borsa e cappotto Mila Schon, pantalone Pinko, blusa Matériel , stringate Church’s, montatura Max Mara

Vestire comode e chic a sessant’anni: comodo non vuol dire per forza sciatto

E viceversa: elegante non vuol dire per forza scomodo, anzi. Ci sono moltissimi capi di abbigliamento che sono comodissimi pur essendo eleganti. Esistono pantaloni a sigaretta che, anziché avere bottoni e zip, hanno l’elastico in vita (li porto anche io!), camicie in cotone morbido, che non segnano ma si appoggiano al corpo. Per dare tono al vostro look, adottate sempre almeno un capo costruito: preferite quindi la camicia alla maglia, una giacca ad un cardigan. Basta un solo capo, ma vedrete come cambia l’effetto finale.

Lyn Slater di Accidental Icon: una anta girl che ha stile da vendere! – Fonte Getty Images

Vestire comode e chic a sessant’anni: attenzione ai tessuti

La differenza sta anche nelle piccole cose. Evitate i tessuti sintetici e circondatevi di fibre naturali. Seta, viscosa, lana, cotone… l’effetto non è solo tattile, ma anche visivo. Evitate tutto ciò che vi costringe e vi segna, i tessuti troppo rigidi e fermi.

Vestire comode e chic a sessant’anni: assecondate la vostra fisionomia

A seconda della vostra fisionomia, scegliete l’abbigliamento che vi fa sentire meglio. Il corpo delle donne cambia con l’età, per cause ormonali o per mille altri motivi. Assecondatelo. Se avete fianchi e vita morbidi, evitate le camicie sfiancate o i tessuti elasticizzati che segnano, preferite tagli morbidi a trapezio e mettete in evidenza le gambe con pantaloni più asciutti. Se avete un bel décolleté, mettetelo in evidenza, ma con classe: basterà un bottone aperto della camicia. Se vi piace e non vi infastidisce, concedetevi un po’ di tacco: anche pochi centimetri, due o quattro, giusto per slanciare e allungare la figura. L’importante è che non indossiate nulla che non vi faccia sentire a vostro agio: la vera classe sta proprio qui!

Iris Apfel: icona di stile per tutte le anta girls – fonte Getty Images

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Angela Inferrera

#ConCosaLoMetto Non sai come vestirti?

Vestire comode e chic a sessant’anni: idee di look