Milano Fashion Week: il terzo giorno di moda

Max Mara, Prada, Genny, Moschino, Vivetta, Fendi. Tutto quello che c'è da sapere sul secondo giorno di sfilate a Milano.

Sfilate.it

Sfilate.it Style&Fashion Expert

Si è aperta con le poetiche evasioni di Max Mara la terza giornata di sfilate milanesi. E’ stato l’oceano, con le sue suggestioni, il filo rosso che ha legato tutti i capi portati in scena dal brand durante la sfilata che si è tenuta a Palazzo del Senato.
Il fascino del blu navy ha reso contemporanea e cosmopolita la collezione FW 20-21, esaltando l’eleganza dell’iconico capo della maison: il cappotto, rivisitato e attualizzato con maniche scese, silhouette strutturate o stretto in vita con un cordone in stile marinaro. Il richiamo marinaro arriva anche dalle rouches e dalle balze che esaltano le spalle e movimentando le gonne. Nella palette di colori scelta da Max Mara spiccano anche il cammello, il grigio e il bianco, scelti per le gonne asimmetriche e i classici blazer gessati, le camicie, le giacche in nylon e i coat lunghissimi.

Punta invece sulle stampe Vivetta, che per la nuova stagione ha deciso di tirare fuori la sua anima green.  I fiori, i paesaggi e la natura fanno capolino sui tessuti, all over come fossero un camouflage o piazzate come applicazione su tessuti maschili, ma soprattutto per i materiali utilizzati. Vivetta, infatti, ha tagliato il traguardo del 30% di materiali ecosostenibili, puntando ad arrivare, nel giro di un paio di collezioni, a quota 100% ecofriendly. Una scelta etica che dona ancor maggior prestigio alla stilosa collezione che porta in passerella anche pois su un fondo di rete trasparente, rouches, maxi colli, maxi maniche a sbuffo, balze e giochi di sovrapposizione.

La collezione di Prada per l’autunno-inverno 20/21, pone l’accento su silhouette sagomate, spalle strutturate, linee composte e lunghezze midi.  Sulla passerella Prada strizza l’occhio a una ritrovata leggerezza con la delicata sensualità dei completi in seta trasparente, le frange che movimentano i cappotti, le gonne midi con tagli che lasciano scoprire le gambe a ogni passo e l’abito sparkling che regala effetti di luce all over.

Prada - fw 2020/21 - fonte Gettyimages

Prada – fw 2020/21 – fonte Gettyimages

Per la prossima stagione fredda,  Fendi punta sulla giocosità composta di maniche voluminose e strutturate, sulle silhouette lineari e i colori neutri, che lasciano il passo alla stampa paisley e alla tendenza animalier, che anche per questa stagione resiste in vetta ai trend più amati dalle it girl.
La collezione FW 20-21 esalta l’idea del classico estetico portando in passerella cappotti, coat in pelle, completi in pelle lucida e tubini dalla linea dritta.

Fendi- fw 2020/21 - Gettyimages

Fendi- fw 2020/21 – Gettyimages

Nuova stagione all’insegna del glamour per Brognano che immagina per la sua donna il mix perfetto tra coolness e bellezza senza tempo. Non per niente gli abiti sono stati realizzati ispirandosi alle figure di due donne pazzesche. E quando lo stile newyorkese dell’iconica Carolyn Bessette incontra il romanticismo e il gusto tutto italiano di Carla Sozzani il risultato non può che essere top: gli abiti in seta scivolati sono portati con la schiena nuda o su camicette delicatamente ricamate in paillettes, applicazioni di perline e punti luce illuminano gli outfit con dettagli preziosi e le linee eleganti che accarezzano le curve lasciano il passo ad audaci trasparenze e giochi di tulle che creano volumi e movimento. L’accessorio must have? Lo stivale.

L’autunno-inverno di Luisa Beccaria è, invece, un tripudio di fiori e colori, perfetto per la donna che non aspetta la primavera per tirare fuori il sole che ha dentro. Le stampe floreali sono il filo conduttore dell’intera sfilata. Gli abiti sono eleganti e delicati, leggermente vaporosi, romantici e svolazzanti. Il colore predominante è il rosa in tutte le sue varianti, con sprazzi di azzurro, argento e verde, tutte tonalità che cancellano con un colpo di spugna il grigiore dell’inverno e lasciano spazio a uno stile solare e luminoso. Anche quando fuori piove!

Luisa Beccaria- fw 2020/21 - Credits Luisa Beccaria

Luisa Beccaria- fw 2020/21 – Credits Luisa Beccaria

Anche Moschino mira a scardinare tutte le regole della moda invernale e lo fa con abiti che sono vere e proprie opere d’arte. Al bando il rigore e la pesantezza degli outfit scaccia-freddo, il brand concede alla sua donna il lusso di giocare e divertirsi con capi spiritosi e colorati. I volumi sono estremi, le fantasie vivaci, i tagli esagerati. Un po’ cartoon, un po’ sexy principesse metropolitane che abbinano il chiodo in pelle all’abito con le balze, gli stivali a mezza coscia ai mini shorts in denim e la camicia con bavero e maniche vittoriane al jeans più casual.

Moschino - fw 2020/21 - Gettyimages

Moschino – fw 2020/21 – Gettyimages

Sfilate.it

Sfilate.it Style&Fashion Expert Sfilate.it è una testata giornalistica online, che dal 2007 si occupa di moda a tutto tondo. Attraverso le pagine del sito e dei suoi social l’obiettivo è quello di raccontare tutto ciò che è fashion e di tendenza, dalle sfilate di moda alle collezioni dei brand, con un occhio critico e con guide stile. La redazione si occupa principalmente di moda, lifestyle, ma anche di notizie finanziarie sul mondo del fashion. Negli anni abbiamo conquistato il cuore degli appassionati di moda e di chi vuole rimanere sempre aggiornato sui trend del momento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano Fashion Week: il terzo giorno di moda