La sfilata Haute Couture f/w 2021/22 di Chanel

La collezione Haute Couture 2021/22 di Chanel è un tributo all'arte, in particolare ai dipinti di Berthe Morisot, Marie Maucerin e Édouard Manet

Emilia Santelia Fashion expert

Il Museo della Moda di Parigi è stato protagonista di un evento straordinario: la sfilata Haute Couture 2021/22 di Chanel.
Mentre nelle sale interne continua la mostra “Gabrielle Chanel, Manifeste de Mode”, al suo esterno, nel cortile neorinascimentale, sfilano le creazioni di Virginie Viard.

Passato e presente a braccetto nel Palais Galliera, in un percorso visivo che ci porta a scoprire le più inedite sfumature di Coco Chanel.

Oltre il bianco e nero, oltre il binomio di colori che l’ha consacrata alla storia, troviamo il vasto universo di Madame Chanel, fatto di ricami, colori e decori.

Chanel , la sfilata

Un trionfo di tweed colorato

Quelle portate in passerella da Virginie Viard, a tratti volutamente eccessive, richiamano le combinazioni di colore che ritroviamo nell’esposizione che celebra il genio della stilista e dimostra quanto l’attuale Creative Director sia riuscita ad entrare in sintonia con la visione di Coco.

La collezione Haute Couture 2021/22 della Maison è un tributo all’arte, in particolare ai dipinti di Berthe Morisot, Marie Maucerin e Édouard Manet.
È stato proprio un ritratto di Coco Chanel, vestita in bianco e nero, in perfetto stile dell’ultimo ventennio dell’ottocento a dare lo spunto a Virginie.
Ed ecco il bianco e nero dei quadri di Berthe Marisot, e le ninfee di Manet prendere forma su abiti Couture che inseriscono piume e ricamano il tweed quasi fosse una tela impressionista.
Le gonne, dalle balze morbide e vaporose, si portano su giacche svasate, per contenerne il volume.

Chanel - fw 2021

Come in un quadro impressionista

Un sapiente lavoro sartoriale, che trapela nella fluidità delle mussole, nelle ruches in tulle e nei fiori che animano i tessuti.
Proprio come un quadro impressionista i colori ed i ricami floreali, si alternano alle proposte più “rigorose” negli abbinamenti in bianco e nero, che strizzano l’occhio alle fanciulle di Marisot.
Sulla passerella è un trionfo di tweed colorato e ornato da micropaillettes, un’ alternanza di righe e di arabeschi che regalano allegria e movimento.

Chanel, i bagliori

Paillettes e perline per illuminare capi e accessori

Voglia di colore, giocosità e tridimensionalità anche per le bluse ricamate nei colori del malva e rosa, oppure nelle margherite gialle e rosse su fondo nero.

Un chiaro rimando ai giardini inglesi, perché “mi piace mescolare un tocco di Inghilterra con uno stile molto francese. È come unire maschile e femminile, che poi è quello che ho fatto anche in questa collezione” .
Paillettes e perline sono protagoniste su gonne, abitini e perfino sciarpe. Creano inaspettati giochi di luce e riflettono i bagliori che illuminano i capi.

Sfilata Chanel - look 37

Margaret Qualley chiude la sfilata

Spettacolare l’abito da sposa, che non può mai mancare nei défilé Haute Couture, indossato dalla deliziosa Margaret Qualley, attrice sulla cresta dell’onda nonché figlia di Andy MacDowell.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La sfilata Haute Couture f/w 2021/22 di Chanel