Kate e l’arte del riciclo: si rimette il vestito rosso di McQueen

Kate Middleton ci piace lei, così come ci piaceil suo look. E ha la nostra simpatia anche perché ricicla i vestiti come ogni donna comune. L’ultima volta lo ha fatto in occasione del ricevimento per il Dramatics Art a Palazzo. Il vestito rosso Alexander McQueen l’aveva giù sfoggiato nel 2012 per il Giubileo di Diamante di Elisabetta II, ed era stata criticata per aver rubato la scena alla regina. Il vestito è bellissimo e le sta d’incanto ancora oggi.

L’austerity britannica (ricordiamo che la Gran Bretagna è fuori dall’euro) incomincia dal guardaroba di Kate Middleton, ovvero duchessa di Cambridge e consorte del principe William. Ribaltiamo però questo punto di osservazione, caro ai tabloid inglese che, ad uscita pubblica della splendida neo mamma, non esitano a sottolineare la tendenza della Middleton grande a riciclare outfit, una parsimonia molto borghese anche per la moglie del futuro erede al trono (dopo averne evidenziato la normale ricrescita dei capelli).

La copertina di Hello! la ritrae al suo arrivo ai Caraibi. Kate indossa dei pantaloni, una T-shirt a righe bianche e blu e occhiali da sole. Quella maglietta a righe è la stessa esibita qualche mese fa, ospite dello Sportsaid di Stratford all’Olympic Park, che allora portava sotto un blazer abbinata a pantaloni skinny e scarpe con zeppe in sughero. Una scelta pratica, adattissima anche a un viaggio in aereo con il piccolo George che con lei trascorrerà il suo primo soggiorno in pieno relax al mare.

Il consumismo esasperato in tempi così difficili, tanto meno quello reale, non può e non deve essere sostenuto anche se si discute di un membro della casa reale britannica come nel caso di Kate, investita del difficile compito di risollevare le sorti del gradimento della Corona. E ciò nonostante la regina Elisabetta II abbia manifestato di non gradire le scelte stilistiche della nipote acquisita, almeno secondo i giornali inglesi.

Se nell’armadio la Middleton vanta un Orla Kiely comprato a metà prezzo, conservato e tirato fuori alla prima occasione opportuna (e smaltiti i chili accumulati durante la gravidanza), non va né criticata né elogiata, ma va constatata lasua capacità di osservare responsabilità e implicazioni dalla giusta distanza. D’altronde intelligente lo è e lo ha dimostrato in molte occasioni, affiancata da genitori abili, affermati ed esperti in materia di immagine.

Conferire a un abito la rilevanza che deve, a un outfit quanto dovuto senza aggiungere né togliere nulla, se non sagacia al suo inappuntabile stile. Addio formalismi inutili, spazio alle Kate e alla tendenza Middleton

Kate e l’arte del riciclo: si rimette il vestito rosso di M...