Femminilità tra presente, passato e futuro: il fil rouge della Milano Fashion week

Look femminili, ricercati e per donne che vogliono esprimere la propria personalità: ecco cosa ci lascia la Milano Fashion week

Angela Inferrera Fashion blogger

La Milano Fashion Week sta per terminare. Cosa ci ha lasciato questa edizione, così diversa da quelle a cui siamo sempre stati abituati? Un’idea della donna sospesa tra passato, presente e futuro, ma padrona di sé, della sua personalità e delle sue scelte. Vediamo qualche scatto tra alcune delle collezioni che hanno sfilato per l’autunno inverno 2021/2022.

Femminilità preziosa e senza tempo: Giorgio Armani e Fendi

Giorgio Armani ha fatto sfilare insieme uomo e donna in una location super minimal, in cui troneggiava Uri, una riproduzione di un gorilla in dimensioni naturali in resina verde, che simboleggiava il legame imprescindibile tra l’uomo e la natura. Non dimentichiamo che Re Giorgio è stato tra i primi in Italia ad auspicare un ritorno del sistema moda a tempistiche più rispettose della stagionalità e ad un savoir faire artigianale di cui il nostro paese è leader. La donna di Armani è estremamente femminile, i colori sono pennellate di luce ad acquerello su tavolozze che avvolgono la silhouette con linee morbide. Fendi invece esalta il lusso, con materiali preziosi che vanno dal cachemire, alle pelli esotiche.

Fashion Week  AI 2021/2022:  Giorgio Armani

Tocchi di colore strong: Philosophy By Lorenzo Serafini, Prada e Marni

Il colore non spaventa la donna di oggi e le maison non hanno esitato a servirsene per aiutarla ad esprimere la propria personalità. È così che Philosphy unisce colli a gorgiera, dallo stile preppy e stemmi dal gusto college, Marni rivisita la sartorialità unendo rouches, volant, pinces e cerniere. Prada invece, alla sua seconda prova che unisce il genio creativo di Raf Simmons a quello di Miuccia Prada, ci parla di abiti come mix tra dettagli e applicazioni che diventano le parti fondamentali del look.

Fashion Week  AI 2021/2022:  Philosophy

Lo spirito libero di Etro, Alessandro Enriquez e DSquared2

Colore, fantasie, uno spirito libero che ci riporta ai look anni Settanta, in cui l’uomo e la donna vivevano in una fusione di corpo e spirito. È in questa atmosfera coloratissima e festosa che si muovono maison come Etro, Alessandro Enriquez e DSquared2.

Fashion Week  AI 2021/2022: Etro

Una donna che strizza l’occhio al futuro

La sfilata di Salvatore Ferragamo si è svolta in un ambiente distopico e futuristico, che ha voluto allontanarci per la durata di una passerella dalla realtà surreale che stiamo vivendo in questa epoca di pandemia. La donna di Paul Andrew per la maison fiorentina sembra uscita da Gattaca o Matrix, da un futuro (non troppo) lontano e coloratissimo, in cui potremo di nuovo abbracciarci e tornare ad una luminosa normalità.

Fashion Week  AI 2021/2022:  Ferragamo

 Ferragamo

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Femminilità tra presente, passato e futuro: il fil rouge della Milano...