Donatella Versace dice basta alle pellicce

Versace si prepara ad una svolta storica, la celebre Donatella infatti ha annunciato che la maison non produrrà più capi con pellicce, scegliendo la moda no fur

Donatella Versace dice basta alle pellicce. A svelarlo è la regina di una delle più importanti maison di moda. La sorella del compianto Gianni ha svelato in un’intervista di voler dire addio alle pellicce animali. Il brand non produrrà più capi di questo tipo, ad eccezione delle pellicce sintetiche.

Si tratta di una scelta molto forte e importante da parte di Donatella Versace, annunciata direttamente dalla 62enne. “Pellicce? Ne ho abbastanza – ha dichiarato alla rivista 1843 -. Non voglio uccidere animali per fare moda, non mi sembra giusto”. Da sempre la maison Versace ha utilizzato pelli e pelo di animali per realizzare le sue creazioni, rendendo le pellicce sinonimo di lusso ed eleganza.

Tutto questo rende la svolta “no fur” ancora più importante. “Peta Stati Uniti – ha spiegato Mimi Bekhechi, direttore dei programmi internazionali dell’organizzazione -, ha organizzato interruzioni di sfilata, proteste e una campagna blitz del 2006 in un’epoca quando il nome di Versace era sinonimo di pelliccia, perciò questa notizia è molto ben accolta”.

“La realizzazione di Donatella che è sbagliato prendere a bastonate gli animali e ucciderli con scariche elettriche per la pelliccia – conclude la Peta nel suo comunicato – è un punto critico per la campagna a favore della moda senza crudeltà, e la PETA non vede l’ora di vedere prossimamente un divieto dell’uso delle pelli da parte di Versace”.

Versace è solo l’ultima casa di moda che ha deciso di dire addio alle pellicce. Prima di Donatella Versace a fare questa scelta erano stati tanti altri direttori creativi e fashion designer. Primo fra tutti Marco Bizzarri, amministratore delegato di Gucci, che definì le pellicce “fuori moda”, seguito da maison del calibro di Ralph Lauren, Michael Kors, Calvin Klein, Tom Ford, Tommy Hilfiger, Rent the Runway, Armani, Donna Karan, Stella McCartney e Hugo Boss. Nell’elenco dei brand che hanno optato per una moda “no fur” ci sono marchi low cost, come Zara e H&M, ma anche Abercrombie & Fitch, Benetton, Nike, Lacoste e Levi’s.

Donatella Versace dice basta alle pellicce