Conoscete i mille e uno modi di indossare un paio di jeans?

Consiglio colore n°1 – Adatta il colore alla situazione
Spesso si dice che non esistono due paia di jeans dal colore esattamente uguale, perché, durante il lavaggio, ognuno può reagire in modo diverso. Esiste, quindi, un largo spettro, dal color jeans (quel blu scuro originale che non è stato trattato) allo stone washed (talmente scolorito che diventa quasi bianco).
In teoria, più è scuro, più ci fa sembrare eleganti, e più è stone washed, più ci fa sembrare casual.
Consiglio colore n°2 – Punta sui colori sicuri
Oltre a tutte le variazioni di blu, i jeans possono essere di ogni colore possibile e immaginabile. Ma nessuno è poi così convincente, a parte il nero, che, se è un po’ usato, fa molto Jacqueline Kennedy periodo seventies (basta abbinarci un maglioncino a collo alto color ebano, e il gioco è fatto), e il bianco, ovviamente, che è chicchissimo.

Consiglio modello n°1 – Come per qualsiasi paio di pantaloni, prova i jeans prima di comprarli
Esiste un’infinità di forme possibili. Ma solo una è universale e sta bene a tutti i tipi di corporatura: leggermente a vita bassa, ben aderenti sul sedere e svasati in fondo. Il volume che si crea in basso, infatti, controbilancia la larghezza dei fianchi, disegnando una silhouette molto armoniosa.
Consiglio modello n°2 – L’orlo ha bisogno di un minimo di riflessione
Se indosso le ballerine, i jeans devono toccare per terra. Anche a costo di logorarli col passare del tempo – effetto che le griffe fanno pagare caro!-
Con le scarpe da tennis, posso oscillare tra il raso terra e 2 centimetri al di sopra. Con i tacchi a spillo, l’importante è che il tallone sia totalmente coperto. Prima di tirar fuori le forbici, dunque, è meglio indossare le scarpe con le quali hai intenzione di portarli.
 
Consiglio tessuto n°1 – I tuoi jeans, la tua seconda pelle
In origine, i veri jeans dei cow-boy o dei cercatori d’oro erano 100% cotone. Oggi, la maggior parte contiene dell’elastane, al fine di esaltare le forme (a patto che ci siano, queste forme, perché i jeans stretch non sono amici del sedere piatto). È proprio così che ci piacciono. ma, attenzione lo stesso: i jeans seconda pelle vanno bene, i jeans stile muta da sub, no!
Consiglio tessuto n°2 – Sai che sono resistenti, ma trattali lo stesso con cura
Una volta trovato il paio di jeans che mi fa un sedere da sballo e con un colore che ti piace, prenditene cura! Cioè: lavaggio a rovescio, a freddo (se sono scuri), o a 30 gradi (se sono scoloriti). Vietato metterli nell’asciugatrice. È comunque bello sapere che, tra tutti i tuoi vestiti, i jeans sono quelli che invecchieranno meglio assieme a te.
 
A cura di Morellini Editore
Conoscete i mille e uno modi di indossare un paio di jeans?